Ammonio laureth sulphate: una descrizione dei pericoli per la salute

Il lauril solfato di ammonio è una sostanza che è un prodotto della sintesi chimica. Il componente ha un'eccellente capacità di lavaggio e pulizia, dotato dell'effetto di sopprimere la flora patogena. Tale elemento viene definito tensioattivo..

Nel settore cosmetico

Il lauril solfato di ammonio non è un componente molto raro che si trova nella composizione degli attuali prodotti cosmetici. Ad esempio, questo ingrediente può apparire su etichette di shampoo, gel per il corpo, basi di sapone per le mani, schiuma per i bagni, lozioni per il lavaggio e altri articoli cosmetici simili.

Danno al corpo umano

Il componente in esame è incluso nell'elenco di sostanze potenzialmente pericolose che, dopo un'esposizione prolungata e densa al corpo umano, provocano reazioni negative ambigue o incondizionate.

Di recente, un tale additivo nella composizione dei prodotti cosmetici sta diventando meno comune. Ma se improvvisamente sull'etichetta di alcuni significa che appare la sua presenza, è meglio scegliere un'altra opzione di cosmetici per la cura del corpo e dei capelli.

Il lauril solfato di ammonio può causare allergie, irritazione della pelle, condizioni patologiche associate alla reazione dell'apparato respiratorio e altri problemi di salute. Si ritiene che gli additivi sotto forma di composti solfati accelerino il processo di invecchiamento della pelle, rendano i capelli sottili, opachi e fragili. È stato dimostrato che l'esposizione prolungata di questo componente ai tessuti oculari aumenta il rischio di cataratta. Nella composizione del dentifricio, questo elemento porta allo sviluppo di stomatite e provoca l'insorgenza di afte.

Qual è il sodio laureth sulfate in shampoo?

Quando si studia la confezione di shampoo, gel doccia, dentifrici, saponi liquidi, schiume da bagno e altri prodotti per la cura personale, è possibile notare laureth solfato di sodio tra i molti ingredienti..

Cosa si nasconde sotto questo nome? Qual è il ruolo di questo componente? È sicuro usare prodotti contenenti sodio laureth solfato o è meglio fare a meno di questo ingrediente nella composizione? Parliamo di questo in dettaglio..

Sodio laureth solfato - che cos'è?

È una polvere bianca senza un odore specifico. Fornisce la formazione di schiuma densa densa ed è perfetta per la pulizia, rimuovendo vari tipi di contaminanti.

Si ottiene dalla lavorazione del lauril solfato di sodio, prodotto da prodotti petroliferi. Usano alcol a base di olio di cocco e alcoli sintetici.

Nel dettaglio di cosa si tratta - lauril solfato di sodio e quali sono le sue varietà, leggi in un materiale separato.

Quali tipi esistono?

I solfati sono sali di acido solforico. Le sostanze di questo gruppo includono:

  • SLS - lauril solfato di sodio, lauril solfato di sodio;
  • SLES - sodio laureth sulfat, sodio laureth sulfate o sodio laureth sulfate;
  • SDS - dodecil solfato di sodio, dodecil solfato di sodio;
  • SLA - laurilsolfato di ammonio, laurilsolfato di ammonio;
  • ALES - ammonio laureth solfate, ammonio laureth solfate;
  • SMS - mireth solfato di sodio, solfato di sodio miret;
  • PMI - miristil etere solfato, sodio miristil etere solfato.

Quasi tutti i tensioattivi il cui nome termina con la parola "solfato" possono essere attribuiti a questo gruppo.

I solfati più pericolosi sono il lauril solfato di sodio, un prodotto petrolifero, nonché il lauril solfato di ammonio e il lauril solfato di ammonio. Queste sono sostanze molto economiche e caustiche che influiscono negativamente sulla pelle e sulla salute generale..

Qual è il pericolo?

Nel 1983, gli esperti di The Cosmetic Ingredient Review conclusero che SLES era innocuo. Ma la maggior parte degli scienziati che hanno condotto numerosi studi hanno dimostrato che il laureth solfato di sodio non è così innocuo.

Penetra rapidamente e facilmente nella pelle, reagisce con i lipidi della pelle e li distrugge. È l'allergene più forte, può provocare e complicare la dermatite nei bambini e negli adulti. SLES provoca irritazione, screpolature, eccessiva secchezza e desquamazione della pelle.

Porta a una violazione della struttura dei follicoli piliferi ed è il colpevole della caduta dei capelli. Con un'esposizione prolungata alla mucosa, l'occhio può portare alla cataratta..

Il laureth solfato di sodio è un eccellente conduttore di tossine. Combinandosi facilmente con altri ingredienti, forma nitrati e diossine (sostanze tossiche) e li trasporta rapidamente in tutti gli organi e tessuti..

Un uso singolo o molto raro di fondi con SLES non porterà a gravi conseguenze. Ma vale la pena ricordare: è pericoloso quando un tale prodotto cosmetico rimane a lungo sulla pelle e sui capelli. Non dovresti abusare di creme, mezzi per lavare e rimuovere il trucco contenente solfati. Qui puoi scoprire quali prodotti contengono lauril solfato di sodio e quali sono i rischi per la salute umana..

Quando si utilizza lo shampoo con sodio laureth solfato, lavare immediatamente la schiuma ed evitare il contatto con il viso.

Guarda il video sui pericoli del sodio laureth sulfate per la pelle umana:

Perché usare?

Il laureth solfato di sodio è molto usato negli shampoo. Circa il 90% di tutti gli shampoo contiene SLES o SLS. Essendo componenti abbastanza economici, queste sostanze formano una grande quantità di schiuma quando vengono lavate e puliscono efficacemente il sebo da capelli e pelle. Il contenuto di solfati può essere diverso: nei prodotti per ciocche grasse ce ne sono più, per quelli normali e secchi - meno.

SLES si trova spesso non solo negli shampoo, ma anche in altri prodotti cosmetici, come:

  1. gel per la doccia;
  2. schiuma da bagno;
  3. sapone liquido;
  4. gel e schiume per il lavaggio, struccanti;
  5. dentifrici (sul motivo per cui SLS viene aggiunto ai dentifrici e vedere anche l'elenco dei produttori che non usano lauril solfato, vedere qui);
  6. mezzi per l'igiene intima;
  7. crema.

Il laureth solfato di sodio viene utilizzato nella produzione di detergenti per la casa (detergenti per lavare piatti, vetri, pavimenti e altre superfici), shampoo per macchine e nell'industria petrolifera.

C'è un'alternativa?

I prodotti SLES possono essere sostituiti con prodotti cosmetici senza solfati con una base detergente delicata e sicura. Contengono ingredienti naturali come:

  • Glucoside di alloro - glucoside di laurile. Sintetizzato da olio di cocco e glucosio. Cos'è? Questo è un componente lievemente non tossico. Ha un eccellente effetto detergente e condizionante per i capelli. Il più delle volte si trova in shampoo, gel doccia, creme per l'igiene intima, nei detergenti per bambini.
  • Coco-glucoside - Coco-glucoside. Questo detergente si ottiene dalla fermentazione di zucchero di mais e cocco. È incredibilmente morbido, adatto a qualsiasi tipo di pelle, non irrita nemmeno la pelle del bambino.
  • Betaina. Componente naturale di origine naturale. Contenuto in molte piante. Idrata, ha un effetto condizionante, rendendo i capelli lisci e setosi. Aumenta la solubilità delle sostanze attive nei prodotti cosmetici..
  • Mono- e digliceridi degli acidi grassi.

Rispetto ai prodotti contenenti solfati che forniscono una schiuma ricca, shampoo e gel con una schiuma a base naturale peggio.

Un'altra alternativa a SLES può essere considerata tensioattivi più morbidi e non nocivi:

  1. Sodio lauroil sarcosinato - sodio lauril sarcosinato. Tensioattivo molto delicato, assolutamente atossico. Ha un'alta capacità detergente. Adatto per riccioli secchi e fragili, nonché per ciocche unte. Preserva i lipidi naturali della pelle e dei capelli. Perfettamente tollerato dalla pelle. Sodio mireth solfato: che cos'è? È anche un sostituto delicato dei solfati dannosi..
  2. Disodium lauret sulfosuccinate - disodio laureth sulfosuccinate. Componente sicuro. È una molecola più grande di altri tensioattivi, quindi praticamente non è in grado di penetrare nella pelle. Pulisce e risciacqua perfettamente. Incluso in shampoo per bambini e delicati e prodotti per la cura personale.

Gli shampoo più comuni senza solfati:

  • Natura Siberica.
  • Le ricette della nonna Agafia.
  • Planeta organica.
  • Logona.
  • Aubrey organici.
  • Weleda.

Shampoo per bambini popolari senza solfati:

Maggiori informazioni su cosa significhi l'iscrizione sullo shampoo "senza SLS" e vedere anche l'elenco degli shampoo efficaci senza solfati, leggi qui.

Il laureth solfato di sodio si trova spesso nei cosmetici e nei prodotti per la casa, essendo un eccellente detergente e agente schiumogeno. È meno tossico rispetto ad altri solfati nocivi, ma ha una serie di proprietà non sicure. Questa sostanza si sovrappone alla pelle e ai capelli e con l'uso regolare si accumula nel corpo.

Pertanto, è meglio provare a limitare l'uso di prodotti cosmetici contenenti questo componente. Prestare particolare attenzione alla scelta dei fondi per i bambini inclini a reazioni allergiche. Attualmente, numerosi negozi di cosmetici biologici e naturali sono rappresentati nei negozi..

Leggendo attentamente la composizione indicata sulla confezione, è possibile trovare un prodotto che non danneggi la salute e mantenga la bellezza e un aspetto ben curato.

Gel mani Yves Rocher Hamamelis - Recensione

Ammonio lauril solfato, tannini e vasocostrittori ?! Yves Rocher, seriamente?

Per cominciare, non mi piacciono affatto gli odori aspri. Tutti i prodotti chimici della mia casa sono praticamente inodori o lavati molto bene senza lasciare alcun profumo!

Detersivi in ​​polvere (ad esempio Proprete per il bianco inodore, Tortilla per il colore inodore), cosmetici, detersivi per lavastoviglie - tutto ciò passa attraverso la mia rigorosa selezione olfattiva!

Tranne, forse, gel doccia - qualcuno può dire che sono incoerente in questo, ma per me le loro funzioni sono proprio di lasciare un piacevole aroma romantico dopo me stesso)))

Gel lavamani Yves Rocher Gamamelis tenerezza che ho comprato per la prima volta. Ti dirò cosa mi ha immerso in una terribile delusione in lui!

Yves Rocher Hamamelis Hand Wash

Prezzo: 105 UAH (250 rubli)

Volume: 300 ml

Produttore: Francia

Promesse del produttore:

La promessa di Yves Rocher è che questo sapone liquido Hamamelis non secca la pelle e dona alle mani "straordinaria tenerezza".

I ricercatori di Herbal Cosmetics® Yves Rocher hanno scelto Hamamelis, coltivato secondo i principi dell'agricoltura biologica in Francia, per le sue proprietà lenitive e ammorbidenti.
Le proprietà curative di questa straordinaria pianta sono note fin dall'antichità, quando gli antichi indiani del Nord America iniziarono a usare l'amamelide come agente astringente e lenitivo, ideale per la cura della pelle sensibile..
L'estratto di hamamelis contiene tannini, flavanoidi e tannini, che hanno pronunciate proprietà astringenti e tanniche, che hanno un effetto vasocostrittore.
Questo effetto calma e rinforza la pelle, protegge dall'influenza aggressiva di fattori esterni..

Forse per qualcuno, per ottenere la tenerezza delle mani, basta lavarle con il gel Yves Rocher Hamamelis, ma per me questo è assurdo!

Nessun sapone può essere sufficiente e / o sostituire la crema per le mani! (Soprattutto il mio preferito è l'idratazione idratante, da cui faccio persino maschere. O il suo compagno più costoso "2 in 1").

La composizione contiene sostanze con proprietà tanniche e vasocostrittive. Per le mani, questa è secchezza. Poiché con vasi ristretti, la circolazione sanguigna è compromessa e la pelle manca di nutrienti. Per le mie mani costantemente congelate questo è inaccettabile.

A questo proposito, analizzeremo la composizione:

Ammonio laurilsolfato - Ammonio laurilsolfato

Solfato di ammonio laurilico
i nomi
Nome IUPAC
Altri nomiIdentifiersproprietàCON 12 N 29 NO 4 SMassa molare283,43 g / molAspettoliquido viscoso giallastrodensità1,02 g / cm 3Punto di ebollizione418 ° C (784 ° F, 691 K) Controllo Y (cosa?) Sì N Collegamenti infobox

Ammonium Lauryl Sulfate (ALS) è il nome comune per ammonio dodecil solfato (CH) 3 (CH 2 ) 10 CH 2 OSO 3 NH 4 ) La molecola è costituita da una lunga catena di idrocarburi non polari e da un gruppo terminale polare di solfato, la cui combinazione rende il materiale una sostanza tensioattiva. Questi due componenti consentono al composto di dissolversi tra molecole polari e non polari. La SLA è classificata come alchil solfato ed è un tensioattivo anionico che si trova principalmente negli shampoo e nel lavaggio del corpo come agente espandente. I lauril solfati di schiuma molto alta sono sostanze tensioattive che interrompono la tensione superficiale dell'acqua, in parte a causa della formazione di micelle attorno a molecole di acqua altamente polari all'interfaccia superficie-aria. La SLA ha un pH leggermente inferiore a 7 che la rende leggermente acida.

soddisfare

Azione in soluzione

Come molti altri tensioattivi, il lauril solfato di ammonio costituisce una buona base per i detergenti grazie al modo in cui distrugge i legami idrogeno nell'acqua. (Questi sono legami idrogeno, che è il principale contributo all'alta tensione superficiale dell'acqua.) In soluzioni acquose (a base d'acqua), lauril solfato - anioni e cationi di ammonio si dissociano l'uno dall'altro. Al di sopra della concentrazione critica di micelle, gli anioni si attaccano quindi alle micelle, in cui formano una sfera con teste polari idrofile di una parte del solfato sul lato esterno (superficie) della sfera e code non polari idrofobiche che puntano verso l'interno verso il centro. Le molecole d'acqua attorno alle micelle, a loro volta, si allineano attorno alle teste polari, il che viola la loro capacità di legame idrogeno con altre molecole d'acqua vicine. L'effetto complessivo di queste micelle è di ridurre la tensione superficiale della soluzione, che offre una maggiore capacità di penetrare o "bagnare" varie superfici, comprese le strutture porose come tessuto, fibre e capelli. Di conseguenza, ciò consente alla soluzione di dissolvere più facilmente il suolo, il grasso, ecc., in e su tali substrati.

sicurezza

Ad alte concentrazioni, questa molecola può causare gravi irritazioni agli occhi e alla pelle. L'inalazione può causare irritazione respiratoria. L'ingestione può causare irritazione..

In un rapporto del 1983 sulla revisione degli ingredienti cosmetici, gli shampoo contenenti fino al 31% di SLA hanno registrato 6 denunce di salute su 6,8 milioni di unità vendute. Questi disturbi includevano due pruriti al cuoio capelluto, due reazioni allergiche, un danno ai capelli e un disturbo all'irritazione degli occhi..

Il rapporto CIR ha concluso che sia il sodio che il lauril solfato di ammonio sembrano sicuri nelle formulazioni destinate ad un uso intermittente a breve termine, seguito da un accurato risciacquo dalla superficie della pelle. Nei prodotti destinati ad un uso prolungato, la concentrazione non deve superare l'1% ".

Il progetto di valutazione del rischio umano e ambientale (HERA) ha condotto uno studio approfondito di tutti gli alchil solfati, poiché i risultati trovati si applicano direttamente alla SLA. La maggior parte degli alchil solfati ha una bassa tossicità orale acuta, nessuna tossicità per la pelle, a seconda della concentrazione di irritazione cutanea e dell'irritazione oculare dipendente dalla concentrazione. Non sensibilizzano la pelle e non sembrano essere cancerogeni in uno studio di due anni sui ratti. Il rapporto rileva che le catene di carbonio più lunghe (16-18) erano meno irritanti per la pelle rispetto alle catene di lunghezza di 12-15 atomi di carbonio. Inoltre, le concentrazioni inferiori all'1% erano sostanzialmente non irritanti, mentre le concentrazioni superiori al 10% sono state ottenute da irritazione cutanea da moderata a grave.

Esposizione occupazionale

Il CDC riferì di professioni che subivano regolarmente SLA tra il 1981 e il 1983. Durante questo periodo di occupazione, con il maggior numero di lavoratori esposti a infermieri registrati, osservarono attentamente i direttori di pompe funebri.

mercoledì

Il progetto HERA ha anche condotto una revisione ambientale degli alchil solfati, che ha trovato tutti gli alchil solfati facilmente biodegradabili e le operazioni standard di trattamento delle acque reflue che hanno rimosso il 96-99,96% della catena corta (12-14 atomi di carbonio) dagli alchil solfati. Anche in condizioni anaerobiche, almeno l'80% del volume iniziale di biodegradazione dopo 15 giorni con un 90% di degradazione dopo 4 settimane.

Shampoo per capelli nocivi. Tutto sulla composizione degli shampoo

Nel mondo moderno, ci vengono offerti i mezzi e i metodi più diversi per la cura dei capelli. E sebbene non molte ragazze preferiscano indossare una lunga treccia, lo shampoo è uno dei prodotti di base per l'igiene utilizzati quotidianamente. Ricercatori francesi hanno stimato che una persona spende circa 57 litri di shampoo nella sua vita. Attori e star famosi pubblicizzano prodotti per capelli in TV, promuovendo così il marchio. Lo shampoo, di regola, ha una confezione bellissima e un odore gradevole. Tuttavia, questa è anche una sorta di tentazione pubblicitaria allettante. Guardiamo la confezione, ricordando quegli stessi spot con bei capelli lucenti e folti, e dimentichiamo completamente di prestare attenzione alla composizione dello shampoo, che consiste di molti componenti chimici pericolosi.

Ci sono tre ragioni principali per cui puoi rifiutare di acquistare shampoo e usare shampoo naturali fatti in casa.

  1. Gli shampoo di fabbrica contengono ingredienti dannosi (fatto scientificamente provato!).
  2. Prima che lo shampoo arrivi al banco del negozio, il suo effetto allergenico viene testato su animali da esperimento. Nel 2013, solo l'Unione Europea ha vietato la vendita di cosmetici testati sugli animali.
  3. A differenza dei farmaci, gli shampoo non richiedono un certificato di sicurezza. Gli effetti cancerogeni, tossici e mutageni dello shampoo sono di interesse solo per l'acquirente, ma non per il produttore.

Prima di dare ricette di shampoo fatte in casa, analizzeremo cosa contiene lo shampoo pericoloso in negozio.

La composizione di shampoo

  1. L'acqua è il componente principale di ogni shampoo.
  2. Tensioattivi in ​​shampoo (tensioattivo) - il principio attivo più importante responsabile della pulizia dei capelli da sporco, polvere, sebo.
  3. Tensioattivi aggiuntivi che forniscono schiuma, morbidezza, idratazione.
  4. Addensante o stabilizzante in schiuma, antischiuma.
  5. conservanti.
  6. sapori.

Quali sostanze nocive si possono trovare negli shampoo??

  1. Lauryl e laureth sulfates sono la base di shampoo e tensioattivi molto grossolani. Sono responsabili della formazione di schiuma intensa durante il lavaggio e della pulizia della pelle e dei capelli, fanno parte di quasi tutti gli shampoo.

Sulle etichette sono indicati come segue:

Nome in inglese la linguaSimboloNome in russo. la lingua
Sodio lauril solfatoSLSSodio lauril solfato
Sodio Laureth SulfateSLESSodio Laureth Sulfate
Ammonio solfato di ammonioALSAmmonio solfato di ammonio
Ammonio Laureth SulfateALESAmmonio Laureth Sulfate

Secondo il giornale dell'American College of Toxicology (1983, v. 2, n. 7): i ricercatori hanno notato che più a lungo questi ingredienti entrano in contatto con la pelle, maggiore è la probabilità di irritazione della pelle e il verificarsi di una reazione allergica. Lauryl e laureth sulfates causano cambiamenti nell'epidermide, ostruiscono i pori, si depositano sulla superficie dei follicoli piliferi e li danneggiano, possono causare irritazione agli occhi, perdita di capelli e forfora.

Altri ricercatori sono giunti alla conclusione che questi componenti rimuovono non solo l'inquinamento, ma anche utili componenti naturali dalla pelle, violando così la sua funzione protettiva. Sotto l'influenza di laureth sulfates, la pelle invecchia più velocemente (Int J Toxicol. 2010 Jul; 29, doi: 10.1177 / 1091581810373151).

Sebbene gli scienziati non abbiano ancora dimostrato che queste sostanze possano avere un effetto cancerogeno (dagli inglesi. Cancro-cancro) o tossico, esiste ancora un pericolo. Si ritiene che in concentrazioni dell'1-5% siano innocue. Nella composizione di shampoo, il sodio solfato laureth è presente in una concentrazione del 10-17% (di norma, sono indicati al secondo posto dopo l'acqua, il che significa che la loro concentrazione è massima).

Allo stesso tempo, esistono tensioattivi più miti, vengono aggiunti in una piccola concentrazione, sono meno dannosi, ma il loro costo è piuttosto elevato rispetto a lauril e laureth solfati. Sulla confezione possono essere indicati come segue:

  • Sodio cocoil isetinato (tensioattivo più delicato)
  • Disodio Cocoamphodiacetate (emulsionante delicato)
  • Sodio-solfato di sodio
  • Cocamidopropyl Betaine (Betaine)
  • Decyl poliglucosio (poliglicoside)
  • Socamidopropyl sulfobetaine (sulfobetaine)
  • Solfosuccinato di sodio (solfosuccinato)
  • Laurilsolfato di magnesio
  • Glythereth cocoate
  1. I parabeni sono anche componenti pericolosi negli shampoo. Abbiamo già scritto dei loro pericoli.
  1. Gli oli minerali sono prodotti a base di olio minerale. Si ritiene che possano essere pericolosi solo se assunti per via orale. Tuttavia, l'OMS classifica gli oli minerali come il primo gruppo di agenti cancerogeni. Cioè, si riferiscono a sostanze potenzialmente pericolose che possono portare al verificarsi di tumori maligni. E solo oli altamente raffinati non sono pericolosi. La composizione degli shampoo del mercato di massa contiene oli minerali pericolosi non raffinati.
  1. La formaldeide (formaldeide) è un conservante cosmetico. Ha tossicità, influisce negativamente sugli organi riproduttivi, sul sistema respiratorio e sul sistema nervoso centrale. A causa del divieto dell'uso di formaldeide nei cosmetici, i produttori hanno iniziato a designarlo come Quaternium-15 (libera formaldeide gassosa), Dowicil 75 Dowicil 100, Dowicil 200 - tutti causano dermatite da contatto nell'uomo.
  2. Gli ftalati - Utilizzati nella fabbricazione di prodotti di consumo come profumi, cosmetici e shampoo, dispositivi medici, giocattoli morbidi.È stato pubblicato uno studio sulla rivista Pediatrics che fornisce prove evidenti che gli ftalati nei cosmetici per bambini influenzano la funzione riproduttiva dei ragazzi. Particolarmente pericoloso è l'effetto degli ftalati sui bambini. I neonati sono esposti agli ftalati da shampoo, lozioni e polveri.

    Gli ftalati possono causare asma, infertilità e una diminuzione della concentrazione di testosterone nei ragazzi. A causa di problemi di salute associati all'esposizione agli ftalati, alcuni sono stati vietati nell'Unione europea e negli Stati Uniti..

  3. "PEG" (polietilenglicole), polietilenglicole (glicole etilenico) - stabilizzante, addensante, antischiuma. Questa sostanza, grazie alla sua capacità di influenzare i processi nel corpo, può causare gravi disturbi metabolici. È dimostrato che le femmine che mangiano PEG hanno dato alla luce cuccioli con alterazioni genetiche. (Anderson et al., 1985).

È possibile dire al tuo shampoo: "no!"?

Tutto quanto sopra suggerisce che gli shampoo industriali contengono sostanze cancerogene e tossiche per l'uomo. Anche acquistando shampoo costosi non sei immune dal fatto che nella sua composizione non ci saranno sostanze nocive. Pertanto, è molto più sicuro utilizzare shampoo preparati a casa da soli..

Ma, prima di dirti da quali componenti puoi realizzare shampoo per capelli sani fatti in casa, devi sapere che il periodo di capelli che si abitua a tali shampoo è di 2-4 settimane. Ciò significa che non otterrai immediatamente capelli lisci e lucenti. Per qualche tempo, i siliconi, i parabeni, i solfati verranno lavati via dai capelli. Forse i capelli si ammuffiranno, diventeranno grassi e non obbediranno. Devi prepararti per questo. È meglio iniziare a testare shampoo fatti in casa in vacanza, durante le vacanze di Capodanno o in inverno quando indossiamo un cappello.

Inizialmente, tagliare le estremità secanti e, se ne hai uno, quindi utilizzare lo shampoo una volta per pulire a fondo i capelli (shampoo peeling). Aprirà le squame dei capelli e laverà tutte le restanti sostanze nocive. Prima di applicare gli shampoo, un prerequisito è anche quello di districare e pettinare i capelli. È questa procedura che ridurrà il tempo della procedura di lavaggio e non si verificherà alcun inconveniente durante il lavaggio degli shampoo.

Shampoo per capelli fatti in casa

Le ricette descritte di seguito contengono componenti semplici che ogni casalinga ha a portata di mano, il loro costo è piuttosto basso. Tuttavia, vale la pena ricordare che la durata di conservazione di tali shampoo nel frigorifero non è superiore a 5 giorni e alcuni non vengono affatto conservati, ma vengono applicati immediatamente dopo la preparazione.

kefir

Lo shampoo Kefir è adatto per capelli secchi e danneggiati. Per la preparazione dello shampoo kefir, puoi assumere qualsiasi prodotto caseario.

Ricetta numero 1. Applicare il kefir sui capelli e indossare una cuffia da doccia, avvolgere la testa in un asciugamano. Dopo un'ora, sciacquare con acqua e mezzo succo di limone. Tale shampoo aiuterà a ripristinare i capelli e creare un film protettivo su di essi..

Ricetta numero 2. Nel kefir (0,2 L) aggiungere il lievito (50 g) e scaldare a bagnomaria. Lo shampoo dovrebbe apparire come una gelatina. Applicare questa miscela sui capelli e risciacquare dopo 5-10 minuti.

Pane

Le ragazze si sono lavate i capelli con lo shampoo in Russia. Per un tale shampoo, puoi usare il pane raffermo di segale.

Ricetta. Preparare un decotto di erbe (ortica, camomilla, piantaggine, corteccia di quercia, origano, menta). Quindi prendi il pane di segale (puoi usare stantio) e immergilo in un brodo caldo di erbe per un breve periodo. Strofina intensamente la pappa dal pane nel cuoio capelluto e distribuiscilo attraverso i capelli. Coprire con polietilene o indossare una cuffia da doccia, riposare per un'ora. Risciacquare con acqua tiepida.

Argilla

L'argilla è un'ottima base per lo shampoo.
È in grado di formare una piccola schiuma e assorbire il grasso dal cuoio capelluto e dai capelli. È noto che in Russia l'argilla rimuoveva le macchie ostinate su vestiti e utensili, cioè venivano usate come detergenti universali.

L'argilla non darà una lucentezza tangibile ai capelli, ma rimuoverà l'elettricità statica e pulirà bene i capelli. L'argilla è uno shampoo molto efficace e conveniente per i capelli grassi..

L'argilla cosmetica blu è considerata la migliore per la pulizia dei capelli..

Come applicare l'argilla per lavare i capelli?
I capelli di argilla si lavano meglio in bagno. Pre-bagnare bene i capelli, raccogliere una manciata di argilla con acqua e applicare sul cuoio capelluto, distribuendolo tra i capelli. È meglio lavare l'argilla immergendo completamente la testa nel bagno, quindi il grasso viene assorbito meglio e l'argilla viene lavata via. È molto comodo lavare via l'argilla in una bacinella con acqua.

Per i capelli molto secchi, puoi pre-diluire l'argilla nel latte caldo e aggiungere alcune gocce di qualsiasi olio cosmetico (rosmarino, tea tree, jojoba, pesca, albicocca, oliva). È molto importante lucidare i capelli e chiudere le squame, sciacquarli dopo averli lavati con acqua fresca.

L'unico inconveniente dello shampoo all'argilla è una leggera colorazione dei capelli castani. Pertanto, le persone con i capelli biondi dovrebbero usare l'argilla bianca per fare lo shampoo..

Shampoo a base di portasapone

Saponaria officinalis (Saponária officinális) dal Lat. sapo - sapone. Il decotto di questa pianta è in grado di schiumare. Per lavare i capelli, vengono utilizzati rizomi e radici di saponaria, che vengono raccolti nel tardo autunno.

Il metodo di preparazione di shampoo a base di sapone:

  1. Prendi 2 tazze di acqua filtrata (è meglio comprare acqua in bottiglia) e portala a ebollizione.
  2. Aggiungere all'acqua i rizomi del portasapone bollire a fuoco basso per 25 minuti.
  3. Quindi versare un cucchiaio di camomilla o menta nel brodo risultante. Insistere brodo 30 minuti.
  4. Filtrare il brodo risultante e versarlo in un barattolo pulito. Periodo di validità dello shampoo 10 giorni in un luogo buio..

Farina

Segale, mais, avena (farina d'avena), farina di piselli è un assorbente naturale e un detergente di grasso dal cuoio capelluto. Non è consigliabile assumere il grano, poiché ha molto glutine ed è difficile da lavare. Per una porzione di shampoo, sono necessari 3 cucchiai. cucchiai di farina. Ottenere farina di avena e piselli è molto semplice: basta macinare i prodotti appropriati in un macinacaffè o in un frullatore.

Per lo shampoo ben distribuito sui capelli, deve essere immerso durante la notte.
Ricetta Shampoo A Base Di Farina

  1. Per preparare lo shampoo, assumere 3CT. cucchiai di farina, versare acqua calda o un decotto di erbe (ortica, camomilla, menta, corteccia di quercia) per ottenere una consistenza cremosa. Lascia che fermenti giorno o notte.
  2. Quindi prendere una garza o una calza di kapron come filtro, versare la massa risultante e spremere il liquido. In questo modo eliminiamo le grandi particelle di farina che rimarranno nel filtro. L'output dovrebbe essere qualcosa di simile a un latte denso. Questo latte è uno shampoo a base di farina naturale fatto in casa.
  3. Prima del lavaggio, puoi aggiungere oli essenziali per l'odore o mezzo cucchiaino di senape (dalla perdita di capelli). Applicare lo shampoo farina risultante sui capelli e lasciare per 20 minuti. Risciacquare con acqua tiepida e poi raffreddare con succo di limone.

Uovo e miele

La ricetta dello shampoo uovo-miele è una delle ricette più antiche per shampoo naturali. La ricerca moderna conferma solo i suoi benefici. L'uovo di gallina è un emulsionante naturale, poiché contiene lecitina, grassi e aminoacidi. E questo significa che quando si lava la testa con un uovo, le sostanze benefiche (vitamine A, B, D, E) penetrano molto bene nella pelle. Tale shampoo tratta i capelli indeboliti, ripristina la sua struttura. Noterai i risultati dopo 2 settimane di utilizzo..

Ricetta Shampoo Miele Uovo.

  1. Separare il tuorlo dalla proteina.
  2. Aggiungi un cucchiaino di miele al tuorlo. mescolare.
  3. Aggiungi alcune gocce di olio d'oliva alla massa risultante per ammorbidire i capelli.
  4. Distribuire uniformemente lo shampoo su capelli e cuoio capelluto. Lascialo riposare per circa 20 minuti.
  5. Risciacquare lo shampoo con acqua calda e sciacquare i capelli con brodo di camomilla.

Shampoo esotici

Ci sono piante per fare shampoo fatti in casa, che sono classificati come esotici. Tuttavia, il loro costo oggi è persino basso rispetto allo shampoo più economico. E grazie al luogo e alle caratteristiche di crescita, queste piante contengono molte sostanze preziose.

Shampoo alla banana per bambini

Nel sud-est asiatico, lo shampoo alla banana è parte integrante della tua routine di cura dei capelli. Lo shampoo alla banana pulisce e nutre i capelli molto bene. Lo shampoo è molto morbido e ha un buon odore, quindi possono lavare i capelli per i bambini, solo tu devi ricordare che prima dell'uso, devi lavare a fondo le banane per lavare via i pesticidi dalla loro buccia.

Ricetta Shampoo Banana

  • 1 banana
  • succo di mezzo limone (non adatto allo shampoo per bambini)
  • 100 g di acqua
  • tuorlo d'uovo

Per lo shampoo, sono adatte le banane scure sdraiate, poiché la loro polpa è molto ben schiacciata. Lavare e sbucciare la banana. Usando un frullatore o una grattugia, sbatti la banana, aggiungi il tuorlo, il succo di limone e l'acqua. Puoi fare a meno di limone e acqua, quindi questi componenti facilitano il risciacquo della polpa di banana dai capelli. La massa risultante viene applicata sui capelli, strofinata sulle radici e tenuta sotto un cappello per il lavaggio per 15-30 minuti (per capelli indeboliti), per capelli normali, puoi sciacquare immediatamente.

Amla o uva spina indiana viene venduta (prezzo del pacchetto 100 g circa 80 rubli) sotto forma di polvere, odora di henné. Hai mai prestato attenzione a quali capelli spessi hanno le donne indiane? È attraverso l'uso di shampoo, maschera e olio di amla che le donne in India hanno capelli così belli e forti. È interessante notare che la presenza della parola "shampoo" è indissolubilmente legata all'India, poiché proviene dallo "shampoo" indiano, cioè "massaggio o sfregamento". E la parola fu introdotta nella vita quotidiana dagli inglesi, la cui colonia era l'India nel ventesimo secolo. Pertanto, il fatto che sia l'uva spina indiana ad essere un buon shampoo detergente e rassodante naturale non è casuale. Amla ripristina i capelli danneggiati, stimola la crescita di nuovi capelli, elimina le cause della forfora.
Amla non è adatta per i capelli grassi, poiché non ha saponine naturali, non schiumerà come un piatto di sapone. Ma lo shampoo amla per capelli asciutti pulisce e idrata molto bene.

Il modo di usare lo shampoo di amla.

1 cucchiaio di noce di amla, versare mezzo bicchiere di acqua calda, mescolare e lasciare fermentare per 10 minuti. Quindi distribuire uniformemente questa soluzione tra i capelli e risciacquare. Ripeti la procedura 2 volte. È conveniente applicare lo shampoo con una spazzola per tinture per capelli. Lo shampoo può essere usato una volta alla settimana come maschera rassodante..

Finalmente

È abbastanza difficile per una persona moderna abbandonare tutti i benefici della civiltà. Tuttavia, è giunto il momento di rendersi conto che i cosmetici industriali e i prodotti per l'igiene possono causare gravi malattie. Il primo passo verso uno stile di vita sano che ognuno di noi può fare è iniziare a usare shampoo senza ingredienti sintetici nella composizione, cioè biologici (già venduti in Russia). Tali shampoo contengono ingredienti naturali coltivati ​​senza l'uso di sostanze chimiche. Durante l'uso di shampoo organici, i capelli si abitueranno a componenti più delicati, i resti di chimica verranno lavati via da loro. Il prossimo passo potrebbe essere un rifiuto completo degli shampoo acquistati e il passaggio a ricette sicure fatte in casa descritte in questo articolo..

Cosa sono gli shampoo senza solfati e se acquistarli

Sono molto più costosi, ma i costi non sono sempre giustificati..

Cosa sono gli shampoo senza solfati

I solfati sono sali di acido solforico. Sono aggiunti a detergenti, shampoo e persino dentifrici come tensioattivi..

Le molecole di tali sostanze respingono parzialmente i cosmetici per capelli: un'acqua panoramica ("coda" idrofobica) e si legano parzialmente ad essa ("testa" idrofila). Quando lo shampoo viene applicato sui capelli, le code di cavallo idrofobiche delle molecole si combinano con il sebo e formano micelle. Lo strato esterno di una palla del genere si lega all'acqua ed è facilmente lavabile via con grasso e sporco..

A causa dei solfati, lo shampoo forma una schiuma rigogliosa e pulisce bene da sebo, particelle di pelle morta e altre impurità.

Molto spesso, negli shampoo vengono utilizzati tre tipi di tensioattivi al solfato:

  • sodio laurilsolfato (sodio laurilsolfato, SLS);
  • sodio laureth sulfate (sodio laureth sulfate, SLES);
  • ammonio laurilsolfato (ammonio laurilsolfato, SLA).

Gli shampoo senza solfati, come suggerisce il nome, non contengono i tensioattivi al solfato elencati sopra.

Gli shampoo solfati sono pericolosi per i capelli e la salute generale

Gli shampoo senza solfati sono posizionati come mezzi "senza sostanze nocive". Vediamo se vale davvero la pena temere i solfati..

I solfati causano il cancro?

In precedenza, queste sostanze erano sospettate di cancerogenicità - la capacità di provocare il cancro, ma queste disposizioni sono state confutate. L'American Personal Care Council Cosmetic Ingredient Review (CIR) ha dichiarato SLS SLS, SLES e ALS sicuri per la salute se esposti brevemente: applicati sulla pelle e risciacquati con acqua.

Sodio, ammonio e potassio laurilsolfato confutati: effetto cancerogeno di valutazione di livello II sulla salute umana e organizzazione statale australiana per la valutazione di prodotti chimici industriali. Ha anche concluso che il lauril solfato di sodio non influenza la funzione riproduttiva umana e il suo sviluppo..

I solfati danneggiano il cuoio capelluto

SLS e SLA possono sodio, ammonio e potassio lauril solfato: la valutazione di livello II della salute umana irrita e secca la pelle, ma ciò richiede alte concentrazioni ed esposizione a lungo termine. Ad esempio, quando il 25% di SLS è stato applicato sulla pelle di coniglio, l'irritazione si è verificata solo dopo 4 ore. Nell'uomo, dopo il test dell'applicazione sono comparsi effetti negativi con lauril solfato di sodio al due percento. Durante questo studio, la sostanza rimane sulla pelle per 24–48 ore..

SLES - Laureth solfato di sodio e ammonio più mite: valutazione di livello II della salute umana dei tensioattivi. Può anche causare irritazione alla pelle e alle mucose, ma in misura minore rispetto alla SLS. Gli effetti negativi si verificano con una concentrazione del 18% ed esposizione alla pelle entro 24 ore. Inoltre, il laureth solfato di sodio non secca la pelle..

Durante lo shampoo, lo shampoo viene a contatto con la pelle per un tempo troppo breve per nuocere.

Pertanto, i solfati dovrebbero essere temuti solo per le persone con pelle sensibile, allergie o malattie della pelle. Dovresti evitare shampoo con solfati? : rosacea, eczema e dermatite da contatto.

I solfati possono danneggiare la struttura dei capelli

Se i capelli sono sani, i solfati non penetrano Effetto di shampoo, balsamo e ondeggiamento permanente sulla struttura molecolare dei capelli umani nella corteccia - lo strato interno dei capelli. Il loro effetto è limitato alla cuticola: squame esterne, situate in base al tipo di piastrella. Lo shampoo rimuove semplicemente l'eccesso di sebo con lo sporco e si lava via in modo sicuro.

Tuttavia, se i capelli sono asciutti e deboli, ad esempio dopo lo stiramento o lo schiarimento, lo shampoo al solfato può superare l'hype: il dermatologo districa i malintesi sulla cura dei capelli ancora più danni: rompere la cuticola "arruffata" e penetrare nei capelli. Inoltre, i riccioli secchi a volte sono gravemente colpiti dalla completa rimozione del sebo - sebo, che protegge i capelli dalle influenze ambientali.

È davvero a causa dei solfati che i capelli sono morbidi

I tensioattivi al solfato sono anionici. Ciò significa che nell'acqua si decompongono in ioni caricati negativamente. Dopo il lavaggio, rimane una carica negativa sui capelli, quindi si respingono a vicenda e l'acconciatura è soffice.

Tuttavia, oltre ai tensioattivi anionici, gli shampoo solfati possono contenere cationici (con una carica positiva), anfoteri (possono essere sia positivi che negativi, a seconda dell'ambiente pH) e non ionici (non si decompongono in ioni e non si caricano). Tali sostanze neutralizzano la carica negativa..

L'effetto dei capelli soffici dipende dalla formula specifica dello shampoo e non dalla presenza di solfati in esso.

I solfati rendono i capelli opachi e aggrovigliati

I capelli sono confusi, pettinati male e sembrano opachi a causa della stessa cuticola "arruffata". Quando le squame sono strette alla corteccia, i riccioli sono lisci, riflettono bene la luce e quindi brillano. Se la cuticola si alza, i peli si aggrappano l'un l'altro.

Lo shampoo con solfati non danneggerà i capelli sani e la loro assenza non curerà i danni.

L'unica cosa che può aiutare sono le sostanze condizionanti nella composizione del prodotto. Un produttore può aggiungere shampoo e balsami: cosa dovrebbe sapere un dermatologo? seta idrolizzata o proteine ​​animali (proteine), glicerina (glicerina), dimeticone (dimeticone), polivinilpirrolidone, glicole propilenico (glicole propilenico) e altre sostanze che avvolgono i capelli levigando e levigando la cuticola nello shampoo brillante.

Se lo shampoo privo di solfati contiene solo detergenti delicati e vari estratti naturali, questo non aiuterà i capelli danneggiati ad apparire sani e pettinare bene.

È vero che a causa dei solfati, i capelli diventano grassi

La velocità con cui viene prodotto il sebo dipende dalle caratteristiche delle ghiandole, degli ormoni e della dieta dei lipidi delle ghiandole sebacee. Non ci sono prove dalla secrezione sebacea sulla testa umana che l'esposizione ai solfati aumenta la produzione di sebo..

Lavare i solfati con vernice e cheratina

Si ritiene che, oltre al sebo, gli shampoo solfati rimuovano rapidamente la tintura e la cheratina dai capelli.

Nessuno dei due ha superato il clamore: il dermatologo districa idee sbagliate comuni sulla cura dei capelli delle prove scientifiche. Tuttavia, dopo aver stirato la cheratina, i parrucchieri raccomandano vivamente di lavare i capelli solo con shampoo senza solfati..

Cosa sostituisce i tensioattivi al solfato in shampoo senza solfati

In shampoo senza solfati aggiungere:

  • tensioattivi anionici lievi: sodio lauret-5 carbossilato Una nuova formula per un detergente delicato per il corpo: sodio laureth sulphate integrato con sodio laureth carbossilato e lauril glucoside, sodio laureth sulfosuccinate, sodio lauryl sarcosinate, lauryl sarcosine;
  • tensioattivi cationici: trimetilalchilammonio cloruro, benzalconio cloruro, ioni alchilpiridinio, cetiltrimetilammonio cloruro;
  • tensioattivi anfoteri: alchil iminopropionato, betaina, ad esempio cocamidopropil betaina, lauraminopropionato di sodio;
  • tensioattivi non ionici: glucoside di cocco, lauril glucoside, decil glucoside, alcoli grassi, alcool cetilico, alcool stearilico, alcool cetostearilico, alcool oleilico, alcoli grassi poliossietilenici, esteri poliossietilen-sorbitolici, alcanolamidi.

Di norma, vengono aggiunti allo shampoo da due a tre tensioattivi, ad esempio due anionici (per la formazione di schiuma e una buona pulizia) e uno cationico o non ionico (per ammorbidire la composizione e rimuovere la carica negativa).

Ci sono anche shampoo senza tensioattivi anionici. Sono il più morbidi possibile, adatti a bambini e persone con pelle molto sensibile. Tuttavia, tali formulazioni non affrontano bene il grasso e lo sporco..

Chi dovrebbe comprare shampoo senza solfati

Vale la pena prestare attenzione a se:

  • hai i capelli secchi, fragili e danneggiati e hai paura di rovinarli ancora di più;
  • hai la pelle sensibile soggetta a irritazioni o malattie del cuoio capelluto.

Gli shampoo senza solfati sono almeno due volte più costosi dei tensioattivi al solfato. Allo stesso tempo, non trattano affatto i capelli, ma in assenza di balsami e non migliorano il loro aspetto.

Shampoo senza solfati: un'altra mossa di marketing o una cura miracolosa?

Ogni giorno, i prodotti biologici stanno guadagnando sempre più popolarità. Le etichette sono piene di nomi: "organico", "ecologico", "solo da ingredienti naturali". La parola "senza" sulle banche con cosmetici può ricorrere fino a cinque volte: senza parabeni, senza siliconi, senza solfati, ecc..
I produttori prestano particolare attenzione agli shampoo senza solfati. Comprendiamo quali componenti possono essere trovati nella composizione dei prodotti e cosa significano realmente.

I solfati sono sali di acido solforico; in termini cosmetici, di solito è sodio laurilsolfato, ammonio laurilsolfato e sodio laureth solfato. Questi sono tensioattivi economici, con il loro aiuto una goccia di shampoo si trasforma in un soffice cappuccio di schiuma, con forti proprietà detergenti.

Sono indicati negli shampoo come segue:

SLS - sodio lauril solfato (sodio lauril solfato) o SDS sodio dodecil solfato (sodio dodecil solfato) - ha la più potente capacità detergente rispetto ad altri sali e quindi ha il maggior grado di irritazione cutanea)
SLES - laurilsolfato di sodio (laureth sulfat di sodio) e SLA - (laurethsulfate di ammonio) - laurethsulfate di ammonio (considerato meno aggressivo e più protettivo contro le barriere protettive della pelle).

In shampoo senza solfati, sono sostituiti dai seguenti tensioattivi:

  • Coco Glucoside (cocoglukiside) - ha un'origine parzialmente naturale da olio di cocco e amido di mais, ha un basso effetto irritante.
  • Il sodio Cocoyl Glutamate (sodio cocoilglutammato) è un sale di acido glutammico, non ha forti proprietà schiumogene, ma ha forti proprietà condizionanti.
  • Disodium Cocoamphodiacetate (disodium cocoamphodiacetate) - tensioattivo anionico, elimina l'influenza dell'effetto irritante di altri tensioattivi. È utilizzato nella produzione di prodotti per l'igiene per i bambini piccoli, il che indica le sue proprietà risparmianti. Cura delicatamente la pelle e non irrita le mucose.
  • Cocamidopropyl Betaine (Cocamidopropyl Betaine) - riduce l'effetto irritante aggressivo di altri tensioattivi, ha proprietà antistatiche. La fonte del glutammato di sodio e cocco è l'acido (laurico) di cocco naturale o sintetico.
  • PEG-7 Glyceryl Cocoate (glycerin cocoate) - un derivato naturale del glucosio, un addensante efficace, ha proprietà emulsionanti.
  • L'alchil solfosuccinato disodico (lauril solfosuccinato disodico) è un sale di acido succinico, non solforico. La molecola di solfosuccinato è molto più grande di altri tensioattivi. Per questo motivo, il succinato non può penetrare nella pelle. Anche in grandi quantità, non è tossico..
  • Cocamide MEA (acidi grassi monoetanolamide) - è un tensioattivo non ionico. Anche a base di olio di cocco. Rispettoso dell'ambiente, caratterizzato da un elevato grado di decadimento (fino al 97%).

Questi sono tensioattivi, in una struttura più vicina al naturale, in funzionalità: più morbidi. Hanno la peggiore capacità di pulizia, leggermente schiumogena. Pertanto, invece di un tensioattivo, nel caso della produzione di shampoo ordinario, è necessario aggiungere 4-5 a quello privo di solfati al fine di migliorare la capacità di pulizia, migliorando l'azione reciproca.

A seguito di una pulizia incompleta, un rivestimento di contaminanti non lavati può portare a conseguenze estremamente spiacevoli: il cuoio capelluto non respirerà normalmente, i capelli inizieranno a sbiadire e cadere, potrebbe apparire la forfora - a seguito della stratificazione della materia organica e della chimica sulla pelle. Gli ingredienti di lavaggio degli shampoo senza solfati non sono in grado di rimuovere completamente il silicone, quindi una persona che usa vernici e gel che contengono silicone non può rifiutare completamente gli shampoo ai solfati e alternarsi con shampoo senza solfati almeno una volta ogni 10 giorni.

La maggior parte dei componenti utilizzati negli shampoo senza solfati non sono a base vegetale. Questi sono gli stessi prodotti raffinati o addirittura componenti di origine naturale, ma ottenuti mediante ripetuta estrazione chimica utilizzando prodotti petrolchimici pesanti, pur superando significativamente il costo dei loro analoghi solfato.

Da tempo si ritiene che i solfati siano uno dei fattori scatenanti per lo sviluppo del cancro. Ma in seguito è stato dimostrato che i solfati non sono cancerogeni. In effetti, i solfati nelle concentrazioni utilizzate nei cosmetici sono completamente innocui. Un'altra cosa è che gli shampoo solfati hanno proprietà detergenti più intense, accelerando così il lavaggio dei pigmenti coloranti e dei prodotti per la cura dalla superficie dei capelli (inclusa la cheratina contenuta nei capelli dopo la procedura di stiratura).
Ogni consumatore dovrebbe sapere che quando si acquista un nuovo prodotto per la cura, i nuovi ingredienti hanno un nuovo effetto. Pertanto, la scelta dello shampoo è puramente individuale, adatta in modo specifico ai capelli.

Nuovo arrivato

Danno o beneficio dei tensioattivi (sodio lauril solfato)?

Vantaggi e svantaggi!

Shampoo, schiume, dentifrici, detergenti con lauril solfato di sodio

Ammonium Lauryl Sulfate (Ammonium Lauryl Sulfate)
Ammonium Laureth Sulfate (Ammonium Laureth Sulfate)
Sodio lauril solfato (sodio lauril solfato)
Sodium Laureth Sulfate (Sodium Laureth Sulfate)
TEA Layril Sulfate (TEA Lauryl Sulfate)
TEM Laureth Sulfate (TEM Laureth Sulfate)


Lauryl Sodium Sulfate (Sodium Laureth Sulfate) - Un detergente economico (tensioattivo) derivato dall'olio di cocco, è ampiamente usato in detergenti cosmetici, shampoo, gel da bagno e da doccia, dentifrici.

Gli emulsionanti sono componenti che non possono essere eliminati. Quando si mescolano due mezzi immiscibili (acqua e olio), si forma un sistema molto instabile. Alla prima occasione, cerca di dividere in componenti. Per evitare che ciò accada, gli emulsionanti vengono introdotti nei cosmetici. Gli emulsionanti più potenti sono detergenti - sostanze tensioattive (tensioattivi) dell'azione di lavaggio. Il loro scopo diretto è quello di sciogliere i grassi durante il lavaggio, il lavaggio dei piatti, il lavaggio, ecc. Integrandosi in ampi depositi di grasso, i detergenti vengono frantumati in piccole gocce che possono essere facilmente lavate via con acqua.

Danno o beneficio: dipende dal contenuto quantitativo di queste sostanze e dalla loro interazione o dall'aggiunta di altri ingredienti che ne attenuano l'effetto. Pertanto, è meglio usare shampoo costosi, che contengono tutti i componenti per mitigare gli effetti di queste sostanze, e chi soffre di allergie dovrebbe cercare altre alternative, poiché da un ampio elenco di ingredienti inclusi in shampoo costosi, alcuni di essi possono causare allergie - dovresti scegliere shampoo con una quantità minima di ingredienti e privo di sodio lauril solfato (sodio laureth solfato).

Secondo le conclusioni di esperti stranieri inclusi nel CIR [Cosmetic Ingredients Review - un'organizzazione che controlla la sicurezza degli ingredienti cosmetici), il lauril solfato di sodio e il relativo lauril solfato di ammonio a una concentrazione del 2% causano irritazione alla pelle in alcune persone. Gli esperti non raccomandano l'uso di prodotti con il loro contenuto per lungo tempo, poiché si accumulano nelle cellule della pelle, interrompendo il processo di formazione della barriera protettiva dell'epidermide.

Non è raccomandato l'uso di prodotti contenenti lauril solfato di sodio e lauril solfato di ammonio nei seguenti casi:

persone con acne, dermatite, pelle secca e perdita di capelli;

L'uso a lungo termine di fondi x significa: sviluppo di pelle secca, desquamazione, perdita di una certa quantità di capelli, i capelli possono diventare secchi e fragili, provocare dermatiti, allergie.

Pro di lauril solfato di sodio e lauril solfato di ammonio: a basso costo, hanno buone proprietà detergenti, si lavano facilmente dai capelli. Pavas aiuta anche nel buon shampoo con additivi attivi, a penetrare quest'ultimo attraverso la barriera epidermica, che loro stessi non sono in grado di fare. I sistemi tensioattivi correttamente selezionati ed equilibrati aumentano la permeabilità dello strato corneo per i componenti attivi che altrimenti rimarrebbero sulla superficie della pelle.

L'effetto negativo del lauril solfato di sodio e del lauril solfato di ammonio è ridotto: aggiungendo detergenti delicati (cocamidopropil betan, okamidopropil sulfobetaina, carbossilato di sodio laureth-11, sodio sulfosuccinato, sodio amfodiacetato di sodio, glicerato di cacao), che riducono la concentrazione di tensioattivo di base).

Prima di acquistare cosmetici, capire le condizioni della pelle, ascoltarne i problemi e le esigenze. A volte hai bisogno dell'aiuto di uno specialista. Un prodotto cosmetico di alta qualità può causare reazioni cutanee indesiderate in alcune persone, non agire affatto sugli altri e per altri può diventare un elisir meraviglioso. Pertanto, anche le recensioni positive sul prodotto potrebbero non funzionare per te: tutte le persone hanno una condizione individuale e proprietà della pelle!

PRINCIPIO DI SICUREZZA:

Durante il lavaggio, ad esempio, teste, tensioattivi e acqua "incuneano" tra sporco e capelli. Successivamente, anche con un leggero impatto meccanico, il grasso si stacca dalla superficie dei capelli, coagulandosi in gocce. Parte del grasso forma micelle: le goccioline più piccole circondate da uno strato tensioattivo monomolecolare.

Ma qui iniziano i problemi. Il tensioattivo interagisce con la cheratina, interrompendo la sua struttura: la proteina si sviluppa e si gonfia, diventando meno forte. Il lavaggio toglie non solo sporco, ma anche componenti utili. Di conseguenza, i capelli diventano opachi, fragili e cattivi, facilmente elettrificati. I capelli sono particolarmente sensibili a tutti questi problemi dopo lo sbiancamento con perossido o permanenti. Il cuoio capelluto troppo secco, inizia a staccarsi - compaiono forfora, arrossamento e prurito...

Il grasso sui capelli non è solo sporco, ma un agente antistatico naturale, un lubrificante idrorepellente che conferisce elasticità e persino un agente antibatterico debole, il cui completo risciacquo è anche dannoso. Un detergente ideale dovrebbe rimuovere lo sporco ma non sgrassarlo!

COSA LAVARE LA TESTA?

Fino ad ora, a volte si sente che il sapone ordinario è più adatto a questo scopo. I sali degli acidi grassi naturali che compongono la sua composizione non irritano la pelle e non si accumulano nei tessuti, ma vengono lavati se non altrettanto efficacemente dei tensioattivi sintetici, ma comunque abbastanza bene. E per neutralizzare la reazione alcalina, puoi sciacquare i capelli con una soluzione di aceto alla fine del lavaggio. In linea di principio, è possibile avere a che fare con il sapone con uccus, ma quando si tratta di bellezza e comfort dei capelli, questa non è l'opzione migliore, dal momento che il sapone non contiene componenti che rafforzano i capelli e migliorano il loro aspetto - non è per niente che l'umanità è arrivata a shampoo convenienti da usare. Quindi cosa fare per coloro a cui piace vivere magnificamente e comodamente?

Uno shampoo di alta qualità, che lava via lo strato di grasso dai capelli, lo sostituisce immediatamente con sostanze chiamate additivi da banco. Può essere oli vegetali e grassi animali, derivati ​​di acidi grassi e lanolina, lecitina. Gli additivi grassi vengono pesati nello shampoo sotto forma di microdrops o micelle. Quando si lava con un tale shampoo, si verifica uno scambio di grassi tra lo shampoo e la superficie dei capelli. Il grasso sporco viene lavato via e i capelli vengono oliati con olio. In un buon shampoo, speciali additivi tampone mantengono un valore di pH costante. Negli shampoo “morbidi”, i tensioattivi convenzionali come il lauril solfato sono parzialmente sostituiti da speciali tensioattivi che non irritano la pelle: solfosuccinati, carbossilati di etere, sarcosinati, betaine, glicinati, siliconi. Negli shampoo costosi, i tensioattivi sono generalmente sostituiti da altri costosi emulsionanti: cere (cera per emulsione, cera d'api, cera di jojoba, candelila), emulsionanti a base di silicone, idrocolloidi (agar, pectina, gelatina, colesterolo, polimeri semisintetici e sintetici). Sono ben compatibili con la pelle, ma i cosmetici a base di essi sono più costosi, inoltre, la loro capacità emulsionante è ancora inferiore a quella dei tensioattivi. Vi sono altri sviluppi interessanti (ad esempio un emulsionante a base di proteine ​​del latte, polisaccaridi microbici).

Per le fragili, doppie punte, per i capelli indeboliti dalla "chimica", ora è anche facile trovare uno shampoo adatto. Di solito è arricchito con aminoacidi, vitamine e può includere oli, lecitina, estratti vegetali, condensati proteici ed esteri di acidi grassi naturali, siliconi. Non utilizzare lo stesso shampoo per molto tempo, anche il più adatto a te. Qualsiasi shampoo in un modo o nell'altro inibisce lo sviluppo di microrganismi che vivono sul cuoio capelluto. Tuttavia, dopo qualche tempo, la microflora-microfauna cutanea si adatta a nuove condizioni - approssimativamente come i batteri patogeni all'antibiotico spesso usato. L'eccessiva moltiplicazione dei microrganismi cutanei provoca la comparsa di forfora.

Esistono i cosiddetti cosmetici biologici, certificati obbligatoriamente secondo gli standard internazionali: BIO / Ecocert (Francia), BDIH (Germania), Soil Association (Gran Bretagna), AIAB / ICEA (Italia), USDA (USA), ecc. - vale a dire, uno dei segni sopra deve essere indicato sulla bottiglia etichettata "organico".

Cosa significa produzione biologica e quali requisiti deve soddisfare?

Il prodotto biologico è richiesto al 95% (in diversi paesi la cifra può variare) costituita da componenti vegetali di origine naturale. Il restante 5% sono composti sintetizzati in laboratorio, ma solo dall'elenco approvato dalla norma.

A differenza dei cosmetici classici (sintetici), il prodotto etichettato “organico” non contiene prodotti raffinati e additivi artificiali: profumi, coloranti e conservanti. La conservazione del prodotto è garantita da conservanti naturali e identici a quelli naturali: olii essenziali (rosmarino, origano), sale, vitamina E, olio di jojoba, acido benzoico, sorbico o salicilico.

Le piante che fanno parte del prodotto naturale sono raccolte in angoli ecologicamente puliti del nostro pianeta (in luoghi di crescita naturale) o sono coltivate in piantagioni speciali secondo il principio dell'agricoltura biologica - senza l'uso di fertilizzanti minerali, i risultati dell'ingegneria genetica, i pesticidi e altri prodotti agrochimici. La purezza di acqua, terra e aria è rigorosamente controllata: il campo è stato riposato per diversi anni prima della semina, gli aeroplani e così via non dovrebbero sorvolare il territorio.

Raccolto a mano, quindi passa attraverso la lavorazione più delicata, che non modifica la composizione chimica delle materie prime.

Il prodotto finale non è testato su animali. Alcuni sistemi di certificazione vietano completamente l'uso di prodotti di origine animale..

L'imballaggio deve essere biodegradabile ed ecologico. Alla fine, voglio aggiungere che la società NSP ha questi certificati, inoltre c'è kosher (non tutti possono ottenere tale autorizzazione). Per quanto riguarda gli additivi nei cosmetici, in poche parole: se ti viene servito un piatto di cibo e dici: "qui abbiamo aggiunto glicerina, olio, lsn qui per cambiare, e per l'odore di una fragranza ha il sapore delle fragole, tutto è commestibile e non c'è niente di sbagliato, beh, almeno allergia. Bene, allora passerà "- è bello mangiarlo? Non credo, e anche la tua pelle è contro di essa. Quindi non ascoltare ciò che "professori incompiuti" e "cosmetologi incompiuti" scrivono sui blog. Questo è brevemente scritto se necessario. Auguro a tutte le BUONE persone l'alba e la bellezza naturale!