Quali sono le cause del dolore al cuoio capelluto quando viene toccato

Il dolore al cuoio capelluto è un sintomo atipico di malattie somatiche e psicologiche. Il dolore sotto i capelli è possibile con un "elmo di un nevrastenico", cefalgia psicogena, tensione mal di testa e cefalea da tensione. Spesso, sensazioni spiacevoli sulla superficie della testa fanno presagire l'alopecia - perdita di capelli patologica.

Sintomi

Il dolore al cuoio capelluto ha i seguenti parametri:

  • monotonia - dolore dolorante e tirante;
  • dolore di gravità moderata;
  • sensazione soggettiva di compressione;
  • i pazienti spesso lamentano che, durante un periodo doloroso, si mette in testa un elmetto o un cerchio da spremere;
  • il dolore si intensifica quando viene toccato;
  • nell'area della corona, delle tempie e del collo, il dolore si fa sentire più fortemente a causa della magrezza della pelle in questi luoghi.

Il dolore ha una dinamica: il disagio si accumula e raggiunge il suo picco 45-60 minuti dopo l'inizio. Anche il dolore diminuisce gradualmente: dal picco, il disagio svanisce. Durante un attacco di dolore, la perdita dei capelli può essere maggiore del solito..

Le cause

Le cause del dolore al cuoio capelluto e della caduta dei capelli sono tre fattori:

Fisico

Ciò include l'uso improprio di capelli. Quindi, un codino troppo stretto, l'uso frequente di shampoo o acqua eccessivamente calda può causare dolore. Secondo i tricologi, i pettini in legno sono più adatti per la cura dei capelli. L'igiene e l'uso cosmetico devono essere osservati..

Ipotermia e conseguente spasmo di arterie e vene. Il motivo è camminare senza cappello al freddo. Le basse temperature causano la contrazione dei vasi sanguigni e il flusso di sangue ai tessuti e ai capelli si sta deteriorando. Stare al freddo è la ragione per cui i capelli cadono.

Malattie Tra i contagiosi - l'influenza. Uno dei sintomi della malattia - iperestesia - ipersensibilità alla pelle. Il dolore deriva anche dal tocco leggero. Questo sintomo è più evidente quando si toccano i capelli. Sensazioni spiacevoli compaiono con dermatite seborroica, in cui le ghiandole sebacee sono disturbate.

Caratteristiche individuali del corpo: sensibilità agli agenti atmosferici. Le condizioni fisiologiche di queste persone sono spesso determinate dalle condizioni meteorologiche: forza del vento, pressione atmosferica, tempeste magnetiche e temperatura dell'aria e della sua umidità. Con un brusco cambiamento in uno di questi indicatori, il sistema nervoso risponde con dolori, in particolare, dolori del cuoio capelluto.

Distonia Vegetovascolare Questa malattia è accompagnata da una violazione della regolazione autonomica del corpo: malfunzionamenti della pressione, temperatura corporea. Le persone con questo disturbo possono sudare quando il loro corpo fisico non richiede raffreddamento. La distonia vegetovascolare sconvolge il tono delle arteriole che nutrono i follicoli piliferi, causando dolore.

Trauma cranico. La patologia si verifica a causa di danni alla sostanza del cervello e alle strutture ossee del cranio. Si manifesta come mal di testa, anche sul cuoio capelluto e sulla parte posteriore della testa, orientamento alterato, coscienza compromessa, nausea e vomito.

Ragioni psico-emotive

"Un elmo di un nevrotico." La nevrastenia è un disturbo temporaneo del sistema nervoso, accompagnato da debolezza e irritabilità della psiche. Queste persone reagiscono violentemente alla minima irritazione, luce, suono o una folla di persone che non sono lontane. Un "casco" è un tipico sintomo di una condizione dolorosa in cui un casco pesante in titanio viene messo in testa. Per prevenire la nevrastenia, è necessario mangiare e dormire abbastanza in tempo, poiché è proprio la fame e la mancanza di sonno che spesso causano debolezza e irritabilità.

La sindrome da astinenza è una condizione psicofisiologica che si verifica quando la sostanza viene bruscamente fermata, che ha causato una dipendenza persistente. L'uso più domestico e popolare del termine è "rottura". Il più delle volte osservato con hashishism e alcolismo. Trattamento: trasporto di un paziente in una clinica narcologica e somministrazione di tranquillanti e sonniferi.

La crescita cerebrale è una malattia di natura organica, caratterizzata da una sensazione di debolezza fisica, cefalalgia, vertigini, compromissione della memoria e rapido esaurimento delle funzioni intellettuali: attenzione compromessa, pensiero rallentato. La malattia si forma dopo una lesione cerebrale traumatica o su uno sfondo di metabolismo lipidico.

Come trattare

Esistono due modi per trattare il dolore sul cuoio capelluto:

Via della droga

Il modo migliore e più veloce è prendere una pillola analgesica. Può essere qualsiasi antidolorifico da farmacia. I farmaci antinfiammatori non steroidei alleviano il dolore: analgin, indometacina, ibuprofene, paracetamolo e spazmalgon. I FANS non devono essere assunti per più di 7-10 giorni. E prima di prenderlo è meglio consultare un terapista.

Via non farmacologica

Il dolore alle radici dei capelli allevia il sale grosso. Deve essere strofinato sulla pelle immediatamente dopo lo shampoo. Risciacquare dopo 15-20 minuti. Con un attacco una tantum di cefalgia sul cuoio capelluto, il sale non deve essere strofinato.

menta Aggiungi alcune foglie della pianta al tè nero (preferibilmente verde). Si consiglia di bere 2 tazze alla volta..

Limone La pelle di una pianta di agrumi viene pulita su uno strato bianco e applicata in luoghi dolorosi. Mantieni la buccia del limone fino a quando il dolore scompare. Per un effetto migliore, puoi legare la testa con lana calda.

Prevenzione

È necessario prevenire la malattia di base, ma quando la sua causa non è stabilita, è necessario aderire a queste raccomandazioni:

  • Cura dei capelli. Assicurati che i cosmetici siano di qualità adeguata. Evita i cappelli attillati e non usare elastici stretti per i capelli. Indossa un cappello quando fa freddo.
  • Esegui un massaggio alla testa una volta alla settimana. Questo può essere fatto da un massaggiatore o parente professionista, l'importante è massaggiare il cuoio capelluto per migliorare la circolazione sanguigna.
  • La dieta, il sonno e il riposo. Fai bagni caldi, includi i complessi vitaminici nella dieta (meglio delle vitamine del gruppo B).
  • Ridurre o eliminare alcol e sigarette

Perché il cuoio capelluto fa male?

Il dolore del cuoio capelluto è considerato abbastanza comune. Può manifestarsi per semplici motivi: quando indossa un copricapo o i capelli strettamente legati in una crocchia, ma a volte il problema è più grave e risiede nelle patologie associate direttamente al cuoio capelluto, ai vasi sanguigni e alle terminazioni nervose. In tali casi, se il cuoio capelluto fa male, il disagio non può essere ignorato..

Sintomi della malattia

Il dolore del cuoio capelluto può manifestarsi in diversi modi. Ad esempio, può essere localizzato in una determinata parte della testa o coprire l'intero cuoio capelluto. Sembra che il dolore possa essere:

    permanente o periodico; dolorante; nitido, scatto; aggravato dal toccare, pettinare; accompagnato da bruciore, prurito; serraggio.

In presenza di malattie dermatologiche o allergie, il dolore è accompagnato da sintomi spiacevoli: desquamazione e arrossamento della pelle, aumento della temperatura, eruzioni cutanee, perdita di capelli.

Se il dolore del cuoio capelluto è causato da cause più gravi, ad esempio malattie vascolari, allora mal di testa, nausea, vertigini e altri disturbi dell'attività cerebrale possono disturbare la persona come sintomi concomitanti. In caso di manifestazione dei sintomi descritti, è necessario contattare specialisti specializzati per la consultazione e la prescrizione del trattamento.

Cause del dolore al cuoio capelluto

Le cause del dolore che colpiscono il cuoio capelluto possono essere giudicate dalla loro natura. Abbastanza spesso, il cuoio capelluto fa male a causa di un berretto selezionato in modo errato o di un tiramento dei capelli stretto, eliminando questi fattori, il cuoio capelluto smette di ferire. Tuttavia, spesso il dolore del cuoio capelluto è un sintomo di una malattia che deve essere trattata.

Malattie dermatologiche del cuoio capelluto

Dolore del cuoio capelluto, bruciore, prurito, desquamazione e altri sintomi spiacevoli possono indicare la presenza di malattie dermatologiche:

    La seborrea è una patologia cronica causata da disfunzione delle ghiandole sebacee. Il grasso sottocutaneo con una composizione modificata di acidi grassi viene secreto in quantità eccessive, a seguito della quale il cuoio capelluto inizia a fare male, prurito e buccia. La foruncolosi è un processo infiammatorio purulento che colpisce il sacco dei capelli. La malattia è caratterizzata da febbre, indolenzimento della pelle nel sito di compattazione e accumulo di pus nella sacca dei capelli. Infezioni fungine (micosi, tricofitosi, favus) - a seconda del tipo di fungo, si manifestano come peeling, arrossamento e indolenzimento del cuoio capelluto, nonché perdita di capelli, secchezza e capelli fragili.

Patologia vascolare

Il dolore al cuoio capelluto può essere causato da malattie del sistema vascolare e nervoso:

    La distonia vegetativa-vascolare è una disfunzione del sistema nervoso che porta al restringimento patologico o all'espansione dei vasi sanguigni e ai loro spasmi. Il dolore della pelle con tocco o movimento si verifica a causa dello spasmo dei vasi sanguigni situati sotto forma di una maglia densa nello strato sottocutaneo. Ipertensione arteriosa: un aumento della pressione sanguigna e un carico eccessivo sui vasi della testa. Sullo sfondo di mal di testa pulsante ed esplosivo, gli ipertonici appaiono abbastanza spesso indolenzimento della pelle quando vengono toccati.

Patologie che colpiscono i processi nervosi

Se il cuoio capelluto fa male, questo potrebbe essere un segno di un processo infiammatorio che colpisce le terminazioni nervose. Tali patologie includono:

    Infiammazione dei nervi della parte posteriore della testa - caratterizzata da dolore lancinante, che è localizzato nella parte posteriore della testa, ma può anche emanare la parte parietale e temporale. Uno dei principali sintomi di infiammazione del nervo occipitale è un forte dolore della pelle in questa zona della testa, che si sente simile alle scosse elettriche. Nevralgia del trigemino - in base ai sintomi e alla natura del dolore, la malattia è simile all'infiammazione dei nervi occipitali. L'unica differenza tra questa patologia è la localizzazione del dolore, corrispondente alla posizione anatomica del nervo trigemino. Quindi, con l'infiammazione delle estremità di questo nervo, il paziente avverte un dolore bruciante nel cuoio capelluto nell'area dell'orecchio, dei lobi temporali, delle articolazioni della mascella e del viso. Quasi sempre, il dolore copre un lato della testa, a seconda della posizione dell'infiammazione del nervo. L'herpes zoster è un'infezione virale che colpisce le terminazioni nervose della pelle. Quando entra nel corpo, il virus si diffonde attraverso tutti i nodi nervosi del corpo. Il dolore del cuoio capelluto si verifica se il virus si trova nel fascio del nervo trigemino e fattori favorevoli hanno contribuito alla sua attivazione (ad esempio, riduzione dell'immunità o ipotermia).

Ragioni di natura psicoemotiva

L'esposizione a situazioni stressanti frequenti, superlavoro mentale e fisico, un robot monotono sedentario può provocare lo sviluppo di dolori di tensione. In alcuni, appaiono sotto forma di mal di testa che schiaccia la parte posteriore della testa e delle tempie, mentre in altri - indolenzimento della pelle. Nella maggior parte dei casi si verificano sensazioni spiacevoli, che possono durare da mezz'ora a diverse ore. Per rimuoverli, a volte è sufficiente rilassarsi in silenzio o bere una compressa di un antidolorifico se il dolore cutaneo provoca un grave disagio.

Altre cause di dolore al cuoio capelluto

Il cuoio capelluto può anche ferire per ragioni non correlate alle patologie. I più comuni sono:

    Le acconciature, in cui i capelli lunghi sono strettamente raccolti in una coda di cavallo o in una crocchia, sono intrecciati in trecce, oltre a essere pugnalati con molte forcine e invisibili. Cappelli che coprono strettamente la testa e contribuiscono così ai disturbi circolatori (cappelli invernali, medicazioni a maglia). Cosmetici (maschere, shampoo, balsami) che causano di conseguenza dermatite allergica e indolenzimento cutaneo. Ipotermia del cuoio capelluto a seguito di camminare senza cappello al freddo. Pettine selezionato in modo errato, quando utilizzato, le radici dei capelli sono danneggiate e il cuoio capelluto inizia a ferire. Inosservanza dell'igiene: la pelle alle radici dei capelli inizia a ferire se i capelli non vengono lavati da molto tempo.

Le sensazioni dolorose che sono sorte per ragioni diverse dalle patologie possono essere facilmente rimosse se i fattori che le causano vengono eliminati. Se si sospettano gravi malattie del cuoio capelluto, sono necessari consigli specialistici e cure adeguate..

Trattamento del dolore del cuoio capelluto

Se il dolore del cuoio capelluto è causato da una malattia o da problemi psico-emotivi, il trattamento deve essere prescritto solo da un medico specializzato. A seconda delle cause del dolore del cuoio capelluto e dei sintomi collaterali, il paziente potrebbe aver bisogno di consultare un medico e uno dei seguenti specialisti specializzati:

    dermatologo - se il dolore è apparso sullo sfondo di una malattia dermatologica; allergologo - con una marcata reazione allergica a qualsiasi irritante; neuropatologo - se ci sono prerequisiti per lo sviluppo di patologie vascolari e malattie del sistema nervoso; psicologo o psicoterapeuta - se il cuoio capelluto fa male a causa di disturbi psicoemotivi.

Sulla base dei risultati dell'esame, a un paziente può essere prescritto un ciclo di trattamento, la cui composizione dipende dalla diagnosi. Quindi, possono attribuire a lui:

  1. Per il dolore intenso - assunzione di antidolorifici per compresse (Nurofen, Imet, Nimesil).
  2. In caso di reazione allergica, assumere antistaminici ed eliminare gli effetti di fattori che causano irritazione.
  3. Con patologie dermatologiche: uso esterno di soluzioni medicinali e oratori, a seconda del tipo di malattia.
  4. Con infiammazione dei processi nervosi: farmaci antinfiammatori, pomate e impacchi riscaldanti esterni.
  5. In caso di patologie vascolari - un corso che include farmaci che agiscono su vasi sanguigni, sedativi, neurostimolanti, diuretici.

L'elenco specifico di farmaci, dosaggio e durata del trattamento deve essere determinato solo dal medico. L'automedicazione in questi casi può portare non solo alla transizione della malattia allo stadio cronico, ma anche alla comparsa di conseguenze spiacevoli, ad esempio la caduta dei capelli.

Trattamento domiciliare

Il dolore al cuoio capelluto causato da affaticamento, sovraccarico emotivo o mancanza di vitamine per i capelli può essere rimosso con i rimedi casalinghi. Esistono metodi e ricette efficaci per questo:

    Massaggio del cuoio capelluto con massaggiatori speciali, pennello o mani. Le manipolazioni possono essere padroneggiate e applicate in modo indipendente, oppure contattare un massaggiatore professionista per questo. Per rilassare il cuoio capelluto e normalizzare la circolazione sanguigna durante il massaggio, puoi usare oli aromatici di salvia, camomilla, lavanda o arancia. Maschera al sale. I granelli di cibo o sale marino vengono delicatamente strofinati sulla pelle dopo aver lavato i capelli e dopo 10 minuti lavarli via. La frequenza della procedura descritta deve essere verificata con il medico, a seconda delle condizioni della pelle e della causa del suo dolore. Maschera alla senape La polvere di senape viene diluita in acqua fino a ottenere un impasto denso, quindi strofinata sul cuoio capelluto. Dopo 60 minuti, la maschera deve essere lavata via con acqua calda senza l'uso di cosmetici. La maschera alla senape aiuta a migliorare la circolazione sanguigna nei vasi situati nello strato sottocutaneo e riduce il dolore.

Se c'è dolore nel cuoio capelluto, prima di applicare metodi popolari, è necessario consultare il proprio medico per escludere la probabilità di cause patologiche di sensazioni spiacevoli.

Le informazioni sul sito sono create per coloro che hanno bisogno di uno specialista qualificato, senza violare il solito ritmo della propria vita.

Perché le radici dei capelli sulla testa fanno male: cause e soluzioni

I capelli e la pelle sono davvero un riflesso dello stato di salute. Sono i capelli sulla testa (insieme a unghie e pelle), come una cartina di tornasole, che possono immediatamente mostrare una mancanza di vitamine e minerali nel corpo o una situazione ambientale avversa. Infatti, il nostro corpo segnala spesso molti problemi di salute con il deterioramento dei nostri capelli. Può essere dolore alle radici dei capelli, secchezza, fragilità e persino la loro perdita. Vediamo perché le radici dei capelli sulla testa possono ferire.

Come si sente il dolore delle radici dei capelli?

Il dolore può essere sentito sia localmente (su qualsiasi particolare area della testa, ad esempio, sul retro della testa o sulla parte superiore della testa), sia sull'intera superficie del cuoio capelluto. Di solito la sensazione è agghiacciante, che ricorda di indossare un elmetto. Esiste persino un termine medico come "elmo neurastenico" o dolore psicogeno. Si può avvertire un dolore monotono o una leggera compressione..

Le cause del dolore Perché il cuoio capelluto fa male alle radici dei capelli?

Le radici dei capelli non possono far male. In effetti, molto probabilmente, il disagio è il risultato di qualche motivo. Cioè, le sensazioni dolorose possono essere una conseguenza di:

  • acconciature strette o indossare un copricapo stretto;
  • cura impropria di capelli e cuoio capelluto;
  • ipotermia della pelle della testa;
  • disturbi circolatori (anche dovuti a VSD);
  • reazioni allergiche;
  • stress e malnutrizione.

Disturbi circolatori

Il motivo più comune per cui le radici dei capelli sulla testa fanno male è del tutto comune: indossa un copricapo stretto, una pettinatura stretta, forcine affilate o una coda stretta. Il costante serraggio dei capelli porta a sensazioni spiacevoli, il disagio dura 2-3 giorni. Non appena smetti spesso di ricorrere a questo tipo di acconciatura, il disagio e il dolore passeranno da soli.

Cura impropria

Cambiare la solita cura (nuovo shampoo, balsamo) o prodotti per la cura dei capelli selezionati in modo improprio che non corrispondono al tipo di capelli può anche causare sensazioni spiacevoli. L'uso abbondante di vernici, gel, mousse e altri prodotti per lo styling dei capelli non avvantaggia i tuoi ricci, li impoverisce e li rende pesanti, polvere e sporco si adagiano rapidamente sui ricci (bastoncini). Ecco perché, quando una testa sporca, le radici dei capelli fanno male.

Il risultato di shampoo, balsamo o balsamo selezionati in modo errato può essere cute secca e forfora. La pelle secca può anche causare capelli fragili ed essere la causa principale del perché le radici dei capelli fanno male. In questo caso, è necessario abbandonare i prodotti per la cura a favore di emollienti e idratanti per capelli sottili.

Inoltre, i prodotti per la cura dei capelli includono un pettine, un pettine, una spazzola per capelli da massaggio. Sì, devono anche essere usati con cura e accuratamente selezionati secondo i seguenti criteri: naturalezza del materiale, antistatico e sicurezza per il cuoio capelluto.

Ipotermia

Uscire nella stagione fredda senza cappello è uno dei motivi per cui le radici dei capelli fanno male. Sotto l'influenza delle basse temperature, le navi si restringono, causando spasmo e dolore. In questo caso, si consiglia una via d'uscita molto semplice: in strada per camminare con un cappello caldo in stagione.

Disturbo circolatorio dovuto a VVD

Il disturbo circolatorio è già un motivo più grave per cui le radici dei capelli sulla testa fanno male. Nelle persone che soffrono di distonia vegetovascolare, si possono osservare disturbi del sistema circolatorio. La distonia vegetativa-vascolare (VVD) di solito si verifica a causa di vasospasmi o malattie del sistema cardiovascolare.

In questo caso (specialmente se il parente più prossimo ha già una tale diagnosi), devi consultare un medico con una domanda sul perché le radici dei capelli nella parte superiore della testa fanno male al fine di identificare o escludere il VSD. A causa del nostro ritmo di vita sempre accelerato, la sindrome VVD si verifica sia nei bambini (15-25%) che negli adulti (fino al 70%). Lo stress trasferito, il solito cambiamento del tempo o un cambiamento nello sfondo magnetico terrestre possono provocare sensazioni spiacevoli. Oltre al fatto che le radici dei capelli e il cuoio capelluto fanno male, i sintomi della distonia vegetovascolare possono essere:

  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • pressione sanguigna incoerente;
  • pallore della pelle;
  • freddezza di mani e piedi;
  • respirazione rapida;
  • violazione della sudorazione (spesso aumento della sudorazione);
  • sindrome dell'intestino irritabile e altre manifestazioni spiacevoli.

Reazioni allergiche

Spesso una risposta inaspettata alla domanda sul perché le radici dei capelli sulla testa possono essere una manifestazione di allergie. Ora prodotti per la cura dei capelli molto popolari contenenti estratti e oli esotici a cui il nostro corpo può rispondere con una reazione allergica.

Prima di utilizzare qualsiasi nuovo prodotto (shampoo, balsamo, maschera, olio, tinture per capelli, perm), non dimenticare di testarlo per una reazione allergica in una piccola area della pelle. In genere, il test viene eseguito sulla pelle dietro l'orecchio. Se entro 24 ore non ci sono manifestazioni di allergie (eruzioni cutanee, prurito, arrossamento, desquamazione), puoi tranquillamente utilizzare questo strumento per i capelli. Se non hai fatto un test del genere e in seguito è comparsa un'allergia, devi interrompere urgentemente l'uso della fonte di allergeni. Con dolore e prurito continui, dovresti assolutamente consultare un medico.

Stress e malnutrizione

La vita di ognuno di noi, sfortunatamente, è impossibile senza esperienze nervose, superlavoro fisico e situazioni stressanti. Se dopo un'altra eccitazione hai sentito dolore alle radici dei capelli, allora la ragione è probabilmente collegata allo stress. Prova in questo caso a bere sedativi a base di erbe leggere, oligoelementi di selenio, magnesio e un ciclo di vitamine del gruppo B aiuteranno anche i tuoi nervi a essere più forti. Prenditi cura di loro. Non preoccuparti di nulla e ricorda, ogni eccitazione influisce sulla tua salute.

La salute e la bellezza dei capelli sono fornite per il 90% da alimenti sani e di alta qualità. La presenza nella dieta quotidiana di frutta fresca, bacche e verdure ha un effetto benefico sulla condizione dei capelli. È stato a lungo notato che stare seduti a lungo sulle diete mono non porta a nulla di buono. Il nostro cibo deve essere vario.

È particolarmente utile mangiare cibi ricchi di vitamina C (necessari per le nostre navi), come peperoni dolci, prezzemolo, cavolo, broccoli, ribes nero e tutti gli agrumi. Fagioli, piselli, lenticchie sono ricchi di vitamine B. E manzo magro, maiale, pollo forniranno al corpo le proteine ​​e gli aminoacidi necessari, senza i quali i capelli semplicemente non cresceranno.

Modi per eliminare il dolore

Come sbarazzarsi del dolore spiacevole alle radici dei capelli? Esistono due modi per alleviare il mal di testa radicale: farmaci e non medicinali. I metodi medici prevedono l'eliminazione, il sollievo dal dolore e i crampi con varie pillole, unguenti, vitamine. Le raccomandazioni qui sono pericolose ed è meglio contattare gli specialisti appropriati per questo tipo di aiuto. Ad esempio, un tricologo dopo un esame approfondito del cuoio capelluto, delle condizioni dei capelli e dei test generali sarà in grado di prescrivere un trattamento individuale.

Eliminazione non farmacologica del dolore alle radici dei capelli

Prima di chiedere aiuto a medici e pillole, puoi provare a eliminare il dolore da solo. Per questo:

  • cerca di non fare spesso acconciature strette, code di cavallo, non usare forcine e forcine metalliche;
  • Cerca di ridurre al minimo l'uso di prodotti per lo styling (vernici, mousse, gel, ecc.);
  • assicurati che il tuo pettine sia realizzato in materiale naturale, non elettrizzi i capelli e non ferisca il cuoio capelluto con denti aguzzi;
  • andare al bagno / sauna amplierà i vasi principali e la circolazione sanguigna;
  • provare un massaggio alla testa che migliora la circolazione sanguigna e allevia lo spasmo;
  • nella stagione fredda, indossa un cappello per la stagione;
  • iniziare a mangiare bene, mangiare meno salato, fritto, dolce;
  • scegli uno shampoo, un balsamo, un balsamo in base al tuo tipo di capelli, qualsiasi parrucchiere può aiutarti;
  • non dimenticare di creare maschere nutrienti almeno 4-5 volte al mese;
  • guarda i tuoi nervi, evita lo stress.

Tutti questi suggerimenti in un complesso aiuteranno a dimenticare per sempre perché le radici dei capelli fanno male..

Zone dolorose sulla testa

Tale mal di testa non è né diffuso né bilaterale, ma è limitato a una certa area del cranio. Può essere acuto o cronico..
Cefalea localizzata parossistica ricorrente. La diagnostica eziologica contribuisce al chiarimento della localizzazione, della natura del dolore e dei sintomi associati:

• Dolore parossistico in metà della testa. Potrebbe essere:
- Vera emicrania (nausea, fotofobia, scotoma atriale, storia familiare gravata, giovane età di insorgenza della malattia). Il dolore è spesso localizzato nei templi. Diagnosi differenziale con cefalea a grappolo, che è anche caratterizzata da localizzazione temporale.

- Attacchi di emicrania sintomatica in varie malattie, ad esempio il mio. Il ruolo patogenetico dei cambiamenti rilevati è spesso poco chiaro..
- Il mal di testa unilaterale a breve termine parossistico è designato come emicrania parossistica o episodica, non è accompagnato da segni caratteristici dell'emicrania ordinaria; l'indometacina è efficace nell'emicrania.

- In caso di emicrania cervicale, il dolore si irradia dalla regione occipitale a quella frontale, è spesso unilaterale, a volte è accompagnato da altri segni di patologia della colonna cervicale e una connessione con la lesione della regione cervicale è spesso.
- Con una violazione ricorrente del deflusso del liquido cerebrospinale dal ventricolo laterale (ad esempio, con una cisti colloide del terzo ventricolo, papilloma del plesso vascolare o meningeoma nel ventricolo laterale), gli episodi di mal di testa unilaterale sono accompagnati da vomito, a volte letargico, il dolore può iniziare o intensificarsi con un cambiamento della posizione corporea. Talvolta si osservano sintomi neurologici focali..

• Non strettamente unilaterale, ma limitato a un'area specifica, si può osservare un mal di testa parossistico in una fase iniziale di dolore locale costante, che successivamente acquisisce una localizzazione più accurata (vedi sotto).
• Mal di testa localizzazione principalmente occipitale.

- Se è accompagnato da torcicollo o dolore al braccio, ciò provoca un sospetto mal di testa spondilologenico.
- Se il dolore nelle giovani donne è accompagnato da parestesie nelle labbra o parestesie simmetriche negli arti, se a volte si verificano disartria o un cambiamento nella coscienza, l'emicrania basilare è la base.

Dolore cronico localizzato: quasi sempre un segno di malattia organica nella testa. Più breve è la storia medica, più "minacciosa" è:

• Il caso limite è un'emicrania cronica unilaterale, che è diventata cronica, con una storia di emicrania tipica da molti anni, che poi si è trasformata in mal di testa cronico generalizzato o, meno comunemente, localizzato.

• L'emicrania cronica è un mal di testa cronico unilaterale che, come la sua forma acuta, reagisce selettivamente all'indometacina.

• La sindrome Omogioid è caratterizzata da una violazione della deglutizione e dell'articolazione, l'attacco dura da alcune decine di minuti a diverse ore.
• Il dolore cronico localizzato nell'area della volta cranica (nella metà della testa o in un'area più limitata) può essere un segno di un tumore, ematoma subdurale cronico o un processo infiammatorio locale (ad esempio sinusite, mastoidite, osteomielite), metastasi ossee o arterite (vedi sotto).

• Il mal di testa cronico nell'area del tempio in un paziente anziano ti fa sempre sospettare arterite temporale (cranica, cellula gigante). È caratterizzato da: l'età del paziente ha più di 50 anni, l'arteria temporale è contorta, stretta, dolorosa alla palpazione, non pulsa nella fase avanzata della malattia, sono possibili sintomi generali come affaticamento, perdita di peso corporeo, appetito, febbre di basso grado o febbre reumatica polimialgia. Quasi sempre, con rare eccezioni, l'ESR è aumentato a 50 mm / he oltre; L'arterite cranica può colpire altre arterie extracraniche.
• Occasionalmente si osserva emorragia o necrosi pituitaria, da sola o in combinazione con un adenoma. Allo stesso tempo, la pleocitosi nel liquido cerebrospinale e il danno acuto al nervo ottico sono caratteristici.

• Il dolore nella metà sinistra del collo, che si estende verso l'alto alla testa e al viso, aggravato dalla tensione, può essere un segno di angina pectoris (angina mal di testa).
• La stratificazione dell'arteria vertebrale è caratterizzata da dolore nella localizzazione occipitale, nonché da segni neurologici di danno al tronco encefalico, a volte compromissione della vista. È possibile un improvviso mal di testa locale di lunga durata con una rottura di un aneurisma di una determinata localizzazione (nella maggior parte dei casi, è accompagnato da sintomi neurologici focali).

Abbiamo anche osservato un mal di testa acuto locale con herpes zoster nella zona dei dermatomi cervicali.

Dolore quando si tocca il cuoio capelluto

Le cause del sintomo possono essere sia di natura esclusivamente dermatologica, sia psico-emotive o neurologiche.

A volte uomini e donne vanno dal medico lamentandosi non di un mal di testa, ma di sensazioni spiacevoli e dolorose nella pelle della testa. Non importa quanto possa sembrare strano questo fenomeno, ha molte ragioni - sia dermatologiche che neurologiche. Anche un pettine cattivo può causare una reazione simile..

Eziologia [ragioni]

I medici distinguono tre gruppi principali di cause che causano dolore al cuoio capelluto.

  • Fisiologico (origine naturale).
  • Cosmetologia.
  • Emotivamente psicologico.

Il primo gruppo comprende i fattori associati all'equilibrio vitaminico e minerale del cuoio capelluto. Questo sito ha una struttura diversa rispetto al tegumento sul corpo: il cuoio capelluto ha un numero maggiore di pori, capillari e piccoli vasi, i follicoli piliferi sono sempre più forti. Inoltre, è più resistente allo stress meccanico, poiché si trova vicino al cervello - il principale organo umano.

Se la pelle manca di vitamine e altre sostanze utili, può ferire anche a causa di fattori completamente estranei ad essa - ad esempio, con la pressione alta.

Per quanto riguarda le ragioni estetiche, questi sono principalmente i problemi della bella metà dell'umanità. Sono le donne che per la maggior parte amano sperimentare le acconciature - si tingono i capelli, li arricciano o li raddrizzano, li asciugano (e non sempre a una temperatura sicura), li lavano con shampoo diversi e li pugnalano con forcine, spesso dannose per i loro capelli. Il cuoio capelluto reagisce a tutto: lavaggio eccessivo e insufficiente, spremitura di gengive e forcine alle radici dei capelli. Da qui il dolore.

Sembrerebbe che motivi emotivamente psicologici siano poco associati a questa natura del dolore. Tuttavia, molto spesso il cuoio capelluto fa male per questo motivo. Sotto il cuoio capelluto ci sono molte navi. Quando una persona sperimenta lo stress (e il ritmo moderno della vita lo costringe a farlo quasi costantemente), l'afflusso di sangue viene interrotto e le navi si trasformano in uno stato di tensione. Tutto ciò porta all'ipossia cutanea, diventa come se fosse stretto e una persona avverte una forte compressione su tutta la superficie della testa.

Malattie dermatologiche del cuoio capelluto

Malattie come la seborrea e l'ipercheratosi influenzano il cuoio capelluto. Raramente hanno il dolore come sintomo, ma se non si esegue un trattamento complesso, si svilupperà l'infiammazione. Quindi la comparsa di dolore nell'epidermide della testa è inevitabile.

Con la seborrea, le ghiandole sebacee della pelle sono interrotte, quindi la microflora condizionatamente patogena si sviluppa sul cuoio capelluto. La seborrea può essere oleosa, secca e mista. Ognuno di essi è a suo modo dannoso per i capelli e la pelle..

L'ipercheratosi è un ispessimento multiplo dello strato corneo dell'epidermide. Con esso, il cuoio capelluto fa male e i capelli cadono - parzialmente o completamente. L'ipercheratosi sembra antiestetica, ma, inoltre, è anche pericolosa per la salute. Se non lo tratti in modo tempestivo, i processi metabolici della pelle sono disturbati, i fuochi crescono e possono catturare l'intero cuoio capelluto.

Patologia vascolare

A causa dell'aumento della pressione sanguigna, la nuca può far male e abbassarsi - la fronte sopra uno o entrambi gli occhi. Non è necessario confondere il dolore al cranio con un fenomeno simile sulla pelle, spesso una persona che è soggetta a salti della pressione sanguigna fa male a entrambi.

Patologie che colpiscono i processi nervosi

Oltre a quanto sopra, il dolore al cuoio capelluto può significare la presenza di malattie in cui sono colpite le terminazioni nervose.

Queste sono patologie come:

  • infiammazione dei nervi occipitali. È caratterizzato da lombalgia localizzata nella parte posteriore della testa, con rinculo nelle regioni parietali e temporali. Il dolore è come una scossa elettrica nella pelle;
  • la nevralgia del trigemino è simile nei sintomi alla patologia sopra descritta. La differenza principale è il focus del focus del dolore, in piena conformità con la posizione anatomica del nervo trigemino. Cioè, la lombalgia si verifica nell'orecchio, nel tempio, nelle articolazioni della mascella e del viso. Nella stragrande maggioranza dei casi, un lato della testa fa male;
  • con l'herpes zoster, un'infezione virale che colpisce le terminazioni nervose della pelle, si verifica dolore alla testa se il fascio del nervo trigemino è interessato. La comparsa del dolore contribuisce anche a una riduzione dell'immunità umana o all'esposizione prolungata al freddo.

Ragioni di natura psicoemotiva

Come già accennato, la causa di sensazioni spiacevoli quando si tocca la pelle della testa possono essere fenomeni di natura psico-emotiva: stress, superlavoro, prolungata mancanza di sonno. Più dura la situazione stressante, più forte è il dolore. Di solito il disagio si intensifica di sera: la testa diventa pesante, la nuca e la fronte fanno male e fa male a toccare il cuoio capelluto. Di solito il riposo, specialmente all'aria aperta, contribuisce a un rapido sollievo.

Cura dei capelli impropria

Un pettine che tira o tira forte i capelli, specialmente se i capelli sono ricci o molto lunghi, può causare dolore nel toccare il cuoio capelluto. Inoltre, il mancato rispetto dell'igiene - lavaggio prematuro o, al contrario, eccessivamente frequente, porta al fatto che l'equilibrio del pH è disturbato. Può causare forfora, secchezza, prurito e dolore..

Inoltre, è possibile danneggiare lo strato superiore della pelle durante la tintura dei capelli - se si sovraesposta la tintura o se provoca una reazione allergica. Se dopo aver applicato la composizione sui capelli, la pelle inizia a "bruciare", prude o ferire, è necessario sciacquarla immediatamente con abbondante acqua, altrimenti è possibile "rimuovere" i capelli insieme alla vernice e danneggiare permanentemente l'epidermide.

Copricapo scomodo o accessori difettosi

Un tappo troppo stretto può anche causare lesioni alla pelle della testa. Anche le fasce elastiche e le mollette eccessivamente strette contribuiscono a questo. Dovresti stare attento con i bordi, possono stringere la pelle vicino alle orecchie e alle tempie, causando una sensazione di disagio.

Distonia vegetativa-vascolare

VVD provoca spasmi di vasi sanguigni. Le principali lamentele dei pazienti sono: vertigini, mal di testa, sensazione di bruciore e senso di oppressione al cuoio capelluto.

Malattie del cuoio capelluto

Le malattie fungine, come la tricofitosi o la microsporia, causano anche dolore alla pelle, poiché sono accompagnate da infiammazione e suppurazione.

Le malattie autoimmuni - sclerodermia, psoriasi - sono indolori, ma possono essere accompagnate da una sensazione di "tensione" della pelle.

Le infezioni (pediculosi, follicolite) causano anche dolore al cuoio capelluto. Il primo - a causa di graffi e successiva guarigione dei graffi, il secondo - a causa della comparsa di ulcere nei follicoli piliferi.

Struttura dei capelli

Stranamente, i capelli lussuosi possono causare dolore alla pelle - dopo tutto, è semplicemente difficile per la testa mantenere i capelli eccessivamente spessi o spessi.

Pelle troppo sensibile

I proprietari di pelle reattiva (molto spesso si tratta di donne) sono ben consapevoli del fatto che a causa di qualsiasi prodotto o azione insoliti, è possibile ottenere un'ustione, una reazione allergica e solo dolore. Ogni procedura cosmetica precedentemente non trattata (sia essa una maschera o darsonval) può portare a conseguenze indesiderabili..

Inoltre, la causa del sintomo può essere l'ipotermia a causa di una camminata senza cappello nella stagione fredda, una reazione allergica ai cosmetici, materiale del cappuccio, shampoo.

Medici e diagnostica

La combinazione dei sintomi, così come la natura del dolore, dipende da quale patologia ha causato disagio al cuoio capelluto. Se il dolore è accompagnato da un'eruzione cutanea, prurito, bruciore, ulcere nell'area della crescita dei capelli, è necessario consultare un dermatologo. Forse indirizzerà il paziente a una consultazione con un tricologo.

Se il paziente è preoccupato per l'aumento o la diminuzione della pressione, il superlavoro, i dolori lancinanti al collo, alle tempie o al viso, è meglio rivolgersi a un terapeuta o un neurologo.

A seconda della combinazione di sintomi, nella diagnosi possono essere utilizzati sia studi dermatologici che neurologici..

Se c'è il sospetto di una malattia dermatologica - fungo, infezione, seborrea e altri - viene prelevato un raschiamento dal cuoio capelluto e si possono anche prelevare campioni di capelli per l'analisi.

Se non ci sono eruzioni cutanee sulla pelle e i dolori indicano piuttosto nevralgia, qui vengono utilizzati metodi come la tomografia computerizzata (TC), la risonanza magnetica (MRI) e altri..

A seconda di quale sarà la diagnosi finale, viene prescritto un complesso di farmaci e procedure.

Trattamento domiciliare

Il primo e spesso il modo più efficace è sciogliere i capelli (per le donne) e massaggiare la testa. È meglio lavarlo in anticipo. Il massaggio inizia con le tempie e con leggeri movimenti circolari si sposta nell'area delle orecchie. Quindi vai alla corona. Dopodiché si stringono le mani nei palmi delle mani bloccati nella "serratura" e muovono delicatamente la pelle a destra e sinistra.

Inoltre, se è stato utilizzato un nuovo prodotto cosmetico, è meglio abbandonarlo. Per migliorare le condizioni del cuoio capelluto, sono adatte maschere realizzate con prodotti naturali:

  • mostarda. Per fare questo, la senape in polvere viene diluita con acqua allo stato cremoso, dopo di che viene applicata alle radici dei capelli lavate in modo pulito. La maschera viene mantenuta sui capelli per 10-15 minuti, quindi lavata con acqua fredda;
  • sale Il sale è uno scrub naturale. Tale maschera è adatta a coloro che accumulano una grande quantità di epidermide cheratinizzata sulla pelle. Semplificalo: mescola acqua saponata e sale da cucina, quindi strofina sulla pelle per almeno 7-10 minuti. Al termine della procedura, sciacquare i capelli con abbondante acqua calda;
  • Pepe. Nonostante il nome, è adatto se ci sono graffi o ferite sulla pelle. Il pimento deve macinare e mescolare con acqua nella polpa. Applicare con movimenti di sfregamento e carezze. Non aver paura di formicolare nel luogo delle ferite. Questa maschera ammorbidisce la pelle e favorisce la rapida guarigione delle abrasioni..

Tuttavia, se il dolore nella pelle è associato a prurito, bruciore, perdita di capelli, comparsa di ulcere e altri sintomi spaventosi, l'automedicazione non è necessaria. Consultare un medico il più presto possibile..

Il trattamento sarà prescritto in base alla diagnosi effettuata dal medico. Se il problema è di natura dermatologica, prima di tutto dovrà essere risolto. Il dolore, come sintomo concomitante, scompare dopo aver eliminato la causa sottostante.

Se la malattia è di natura neurologica, il complesso delle misure terapeutiche sarà diverso.

Prevenzione

È importante non solo curare la malattia in modo tempestivo, ma anche prevenirne l'insorgenza in futuro. Per fare ciò, segui semplici regole:

  • monitorare l'igiene del corpo in generale e dei capelli in particolare;
  • avere un pettine individuale (o diversi) adatto al tipo di capello;
  • lo stesso vale per gli asciugamani: ogni membro della famiglia ha il proprio asciugamano con sostituzione regolare per uno pulito;
  • è consigliabile utilizzare prodotti per lo styling e strumenti di asciugatura (asciugacapelli, ferro da stiro, ferro arricciacapelli);
  • indossare cappelli comodi, evitare l'ipotermia;
  • controllare la quantità di stress nella vita, rilassarsi;
  • se i capelli sono molto folti e pesanti - indossa una lunghezza comoda, non farli crescere troppo.

Bibliografia

Durante la stesura di un articolo, un neurologo ha utilizzato i seguenti materiali:

  • Morozova, Olga Aleksandrovna Mal di testa. Questioni di diagnosi, terapia, prevenzione [Testo]: una guida di riferimento per i medici di medicina generale / O. A. Morozova; Ministero della sanità della Repubblica del Chuvash,. - Cheboksary: ​​GAU DPO "IUV", 2016
  • Aleshina, Nataliya Alekseevna Mal di testa: trattamento e prevenzione con metodi tradizionali e non tradizionali / N. A. Aleshina. - M: RIPOL classic, 2009.-- 253 p. ISBN 978-5-386-01248-9
  • Classificazione di mal di testa, nevralgia cranica e dolori facciali e criteri diagnostici per i principali tipi di mal di testa: [Trans. dall'inglese] / Classificazione. com per stagista mal di testa. isole di mal di testa; [Scientifico ed. e autent. prefazione A. A. Shutov]. - Perm: ALGOS-press, 1997.-- 92 p. ISBN 5-88493-017-8
  • Uzhegov, Genrikh Nikolaevich Mal di testa: le principali cause del dolore: diagnosi di malattie concomitanti: metodi per la prevenzione e l'eliminazione del mal di testa / Uzhegov G.N. - M: AST: Stalker, 2005. - 158 p. ISBN 5-17-021078-1
  • Osipova V.V. Mal di testa primario: clinica, diagnosi, terapia [Testo]: lettera informativa (per neurologi, terapisti, medici generici) / Osipova V.V. [et al.]; Russian Headache Research Society (ROIGB), Moscow Health Institute Institute, State Budgetary Institution RO "Centro consultivo e diagnostico regionale", Regione. centro di diagnosi e trattamento del mal di testa. - Rostov sul Don: Antey, 2011.-- 46 p. ISBN 978-5-91365-157-0
  • Zhulev N.M. Cefalgia. Mal di testa: (diagnosi e trattamento): libro di testo. indennità / N. M. Zhulev [e altri]. - SPb. : Publ. Casa SPbMAPO, 2005. - 135 p. ISBN 5-98037-048-X

Feedback con l'autore dell'articolo

Si prega di valutare la qualità del materiale:

Valutazione media dell'articolo 5,00 su 5 punti
Voti totali 1

20 malattie del cuoio capelluto: sintomi di malattia dei capelli e trattamento dell'attaccatura dei capelli

Le malattie dei capelli e del cuoio capelluto si verificano sotto l'influenza di fattori esterni e interni: questa è l'influenza di condizioni fisiche e chimiche, condizioni meteorologiche avverse, disturbi metabolici, patologie del sistema endocrino e nervoso. I sintomi di tali malattie sono diversi: dall'aumentata fragilità dei capelli alla loro completa perdita. I metodi di trattamento sono selezionati in ciascun caso, a seconda della causa.

Le cause

Le malattie dei capelli possono essere associate a vari fattori, tra cui:

  • esposizione prolungata alla luce solare diretta;
  • congelamento del cuoio capelluto;
  • malattie epidermiche (foruncolosi, micosi);
  • disturbi ormonali;
  • carenza di vitamine e minerali;
  • malattie infettive (herpes, sifilide);
  • Uso frequente di un asciugacapelli ad alta temperatura, nonché di apparecchi per lo styling a caldo (stiratura, arricciatura);
  • pettinatura con spazzole di materiali grossolani (metallo, legno con sbavature);
  • colorazione frequente.

Le malattie dei capelli sono causate da farmaci: contraccettivi ormonali orali, antidepressivi, steroidi, farmaci per abbassare la pressione sanguigna. La passione per gli integratori alimentari per ridurre il peso, che includono sali di metalli pesanti, influisce negativamente anche sulle condizioni dei fili.

Malattie del cuoio capelluto

Le malattie del cuoio capelluto sono classificate in gruppi, a seconda della loro origine:

infettivo

Le patologie dei capelli più comuni di origine infettiva sono:

pediculosis

I suoi agenti patogeni sono insetti succhiatori di sangue - i pidocchi. I sintomi caratteristici della malattia sono il prurito nel sito di un morso, un'eruzione cutanea, la comparsa di lendini sui capelli che ricordano la forfora.

Follicolite

Questo è un processo infiammatorio dei follicoli piliferi, accompagnato da infiammazione purulenta sulla pelle. Lo sviluppo della patologia provoca lo Staphylococcus aureus. Con follicolite, intorno ai capelli si formano elementi infiammatori purulenti che causano sensazioni dolorose. Se ce ne sono molti, il cuoio capelluto si gonfia. Quando le bolle scoppiano e si asciugano, si verificano prurito e desquamazione.

Fungal

Le malattie di questo gruppo causano microrganismi fungini di vario tipo.

Malattie fungine comuni:

tricofitosi

La malattia è anche conosciuta come tigna. È contagioso, cioè viene rapidamente trasmesso da una persona all'altra. La tricofitosi si manifesta nella formazione di focolai infiammatori. I capelli colpiti dal fungo diventano fragili, si staccano a un livello di 2-3 mm dal cuoio capelluto. Il paziente è preoccupato per il forte peeling del cuoio capelluto.

Microsporia del cuoio capelluto

I funghi patogeni, salendo sul cuoio capelluto, germinano e colpiscono i capelli. Parassitizzando, riempiono densamente il bulbo pilifero. Questo rende impossibile la crescita completa dei capelli. La microsporia del cuoio capelluto è più comune nei bambini che negli adulti. Le lesioni con questa malattia si trovano nella corona, nei templi, nella corona. Questo è dove si verifica il peeling. Come per la tricofitosi, i capelli diventano fragili e si staccano a un livello di 4-6 mm dal cuoio capelluto. La canapa rimanente è opaca, coperta da un rivestimento grigio-bianco.

Favus (noto anche come scabbia)

La malattia si verifica quando il fungo viene introdotto nello strato corneo dell'epidermide. Foci di arrossamento appaiono sul cuoio capelluto, quindi si forma un cerchio giallastro. I capelli si spezzano, diventano più duri, si appannano. Man mano che la malattia si sviluppa, il cuoio capelluto diventa ruvido e le lesioni diventano fonti di odore sgradevole. Se il trattamento non viene avviato in tempo, si formano focolai di alopecia.

Lichene

Sul cuoio capelluto, possono svilupparsi rosso piatto, rosa e tigna. Le prime due specie non sono associate a infezioni, quindi una persona con una tale malattia non è pericolosa per gli altri. Foci di forma di lesione sulla testa. La pelle in quest'area si stacca, appaiono squame grigie o bianche, che ricordano la forfora. I capelli si spezzano, il cuoio capelluto diventa rosso, si verifica prurito.

erpete

La malattia si sviluppa quando il virus dell'herpes entra in quest'area. I sintomi tipici sono arrossamento e prurito nei siti della lesione, formazione di vescicole con liquido all'interno e loro successiva manifestazione. Quando ciò accade, l'essudato viene secreto. Nelle aree interessate si formano croste, la cui lesione provoca sanguinamento.

Malattie associate a disfunzione delle ghiandole sebacee

Malattie comuni dei capelli delle ghiandole sebacee e sudoripare:

Ipercheratosi del cuoio capelluto

Questa malattia è associata ad un ispessimento dello strato corneo, motivo per cui i follicoli piliferi si ostruiscono con squame cornee. Il primo sintomo di ipercheratosi è la comparsa della forfora. I capelli diventano fragili, opachi, sottili. Si verifica la perdita dei capelli, in alcuni casi è possibile la calvizie. Il cuoio capelluto diventa rigido, ruvido al tatto, si verifica un forte prurito. È possibile un'infezione, che aggrava il decorso della malattia.

Seborrea (dermatite seborroica)

Questo è un processo cronico del cuoio capelluto che si verifica con un'infiammazione. Lo sviluppo della malattia è associato ad una maggiore secrezione di grasso. La malattia provoca funghi condizionatamente patogeni. Le aree interessate della pelle sono coperte di papule e squame, che sono incollate insieme con una secrezione grassa. Si sviluppa un processo infiammatorio, l'epidermide prude. Può verificarsi dolore.

Eczema

La malattia è di origine allergica. Si manifesta in due forme principali: eczema secco e piangente. Nel primo caso, sul cuoio capelluto si formano placche coperte di placca, che esfoliano costantemente e si depositano con scaglie sui capelli. Le ghiandole sebacee del cuoio capelluto producono grasso in eccesso, quindi i capelli si sporcano e sembrano disordinati. Con eczema piangente, papule riempite di forma liquida sulla pelle. Più tardi scoppiano e formano una superficie bagnata. Entrambe le forme sono accompagnate da un forte prurito..

Forfora

In medicina, questo fenomeno è chiamato "crusca". La forfora è una sindrome caratterizzata dal tasso di esfoliazione del cuoio capelluto. È considerata una forma lieve di dermatite seborroica. Coloro che soffrono di forfora trovano una grande quantità di squame bianche su tutta la lunghezza dei ricci e sul cuoio capelluto. I capelli si sporcano rapidamente, diventano grassi.

Psoriasi

La malattia ha una natura cronica, procede con periodi alternati di esacerbazione e remissione. L'esatta natura della psoriasi non è stata stabilita. Con la psoriasi del cuoio capelluto, le lesioni sono localizzate sulla pelle nella regione sopra le orecchie e dietro di esse. La fronte e la nuca sono coperte di placche. Il primo sintomo della malattia è la formazione di papule squamose, che successivamente causano infiammazione e diventano una fonte di prurito. Le placche aumentano di dimensioni, diventano dense. A poco a poco coprono l'intera area pelosa..

demodicosi

Lo sviluppo della malattia è associato alla parassitizzazione delle zecche microscopiche della classe Demodex. Vivono nella pelle, nei follicoli piliferi, mangiando cellule morte e secrezioni epiteliali. Nella fase iniziale della demodicosi, il gonfiore si verifica sul cuoio capelluto, il colore del tegumento diventa rosso, si formano noduli e piaghe. La pelle nella zona interessata diventa più densa, diventa secca. Il paziente ha una sensazione di oppressione, prurito.

Prolasso patologico (calvizie, alopecia)

L'alopecia, o alopecia, è una perdita di capelli continua, che porta alla perdita focale o completa del cuoio capelluto.

Esistono 3 tipi di alopecia:

  • diffuso (diradamento);
  • focale (la comparsa di focolai su cui i capelli sono completamente assenti);
  • androgenico (perdita di filamenti di tipo maschile associati alla concentrazione di ormoni sessuali maschili nel sangue);
  • totale (completa assenza di riccioli).

A seconda delle caratteristiche della manifestazione, esistono tali forme di alopecia:

  • cicatriziale. La crescita dei capelli è assente nelle aree coperte da tessuto cicatriziale. L'alopecia cicatriziale si verifica dopo esposizione meccanica, termica, chimica.
  • seborroica. La calvizie si sviluppa sullo sfondo della seborrea della pelle. C'è un assottigliamento focale dei ricci, accompagnato da un aumento di untuosità e desquamazione della pelle.
  • sintomatico. La mancanza di capelli è associata a gravi malattie sistemiche, carenze vitaminiche, intossicazioni. Dopo aver eliminato la causa della calvizie, i riccioli iniziano a crescere di nuovo.

Danni al fusto del capello

Le lesioni al fusto del capello si verificano se esposte a ciocche ad alta temperatura, un fattore meccanico, sostanze chimiche.

Trichoclasia

Patologia, che è caratterizzata dalla rottura di singoli peli che sembrano sani, a una distanza di circa 10 cm dal cuoio capelluto. Ciò è dovuto all'indebolimento del fusto del capello. In questa condizione, il ricciolo si rompe quando esposto.

Esistono 2 tipi di tricoclasia: nodulare e idiopatica. Nel primo caso, la rottura delle aste dei capelli si verifica nell'area degli ispessimenti, che rovina l'aspetto dell'acconciatura.

Con la forma idiopatica della malattia, il cuoio capelluto diventa secco, pruriginoso e traballante e i capelli, sebbene si spezzino, hanno un aspetto sano.

Trichokinesis

Il problema, che si esprime nella torsione a spirale dei ricci. La ragione del fenomeno è la torsione del fusto del capello su tutta la lunghezza, un cambiamento di spessore e pigmentazione. I capelli colpiti sono bianchi, sembrano grigi.

Nei casi più difficili, la tricocinesi può portare alla calvizie locale.

Moniletrix (atrofia a forma di fuso dei riccioli)

Una malattia in cui il nucleo non cresce costantemente, ma periodicamente. Quando la crescita si interrompe temporaneamente, sull'attaccatura dei capelli si formano piccoli noduli. Ci sono sezioni fragili tra ciascuno di questi nodi..

I fili colpiti da questa malattia sembrano asciutti, senza vita e diventano duri. Esternamente, moniletrix sembra un sacco di punti neri sui capelli. Questo è simile al quadro clinico della tigna.

Malattie del bulbo della testa: assottigliamento, atrofia, addormentarsi

I follicoli piliferi subiscono tali processi patologici:

Il diradamento del follicolo pilifero è associato a shock emotivi e disturbi ormonali nel corpo. Un bulbo diluito non è in grado di produrre capelli forti e lunghi, quindi si indebolisce e cade rapidamente.

L'atrofia si verifica se i follicoli diluiti non vengono trattati. La cipolla può ancora produrre riccioli, ma sono rari e impoveriti..

Lampadina a pelo: ecco come caratterizzano la condizione in cui muore il follicolo. È irreversibile.

Cause del cuoio capelluto doloroso

Il cuoio capelluto doloroso è il risultato di fattori come:

  • spasmi dei vasi sanguigni (questo è tipico per la distonia vegetativa-vascolare);
  • disturbo circolatorio nelle navi che passano nella testa. Ciò può essere dovuto alla presenza di placche di colesterolo, un aumento della pressione sanguigna;
  • acconciatura troppo stretta;
  • uso di accessori traumatici (forcine per capelli, forcine appuntite).

Inoltre, il dolore che si verifica quando si tocca il cuoio capelluto si verifica con malattie che colpiscono le terminazioni nervose. Può essere un'infiammazione del nervo occipitale, nevralgia del trigemino.

Caratteristiche della malattia di Menkes

La malattia di Menkes, nota anche come malattia dei capelli ricci, è una patologia genetica che viene trasmessa ai ragazzi dalla madre. Si manifesta in scarso assorbimento di rame da parte del corpo..

Un sintomo caratteristico della malattia di Menkes sono i capelli aggrovigliati a forma di fuso con una maggiore fragilità. L'esame microscopico del campione rivela una serie di anomalie dei ricci, tra cui - crimpatura e fratture lungo il fusto del capello.

Caratteristiche della malattia di vitiligine

Con la vitiligine, la formazione di melanociti cutanei viene interrotta. Per questo motivo, sulla sua superficie si formano macchie bianche di varie forme e dimensioni. Il processo patologico di distruzione dei melanociti influenza la condizione dell'attaccatura dei capelli. Questo è espresso nella comparsa di macchie sulla testa. In questi luoghi, si verifica uno scolorimento completo, che crea l'impressione di capelli grigi. Un sintomo simile può verificarsi nell'adolescenza. Altri sintomi: peeling, atrofia dei capelli, alopecia, non osservati.

Una malattia in cui i capelli non crescono

Un fenomeno come l'assenza di boccoli sulla testa è raro. Se i segni di calvizie sono comparsi prima dei tre anni, allora stiamo parlando di alopecia congenita. Non ci sono capelli in tutto il corpo umano a causa dell'esposizione a un gene ereditato da un bambino da uno dei genitori. La patologia si verifica in rappresentanti di qualsiasi genere.

Durante l'esame, diventa noto che la causa di questo fenomeno è la completa assenza di follicoli piliferi o il loro sviluppo insufficiente.

Trattamento e prevenzione

Il trattamento delle malattie dei capelli dipende dal tipo specifico di malattia. Nei processi fungini è necessario l'uso di antimicotici locali e sistemici. Se la patologia è causata da un'infezione, vengono prescritti antibiotici.

Le anomalie genetiche dei follicoli piliferi sono praticamente non curabili. Molte malattie dei capelli sono associate ad anomalie nel funzionamento degli organi interni. Per identificare la causa, è necessario sottoporsi a un esame.

Per la prevenzione delle malattie del cuoio capelluto e dei capelli è necessario:

  • proteggerli dai raggi UV diretti e dalle basse temperature;
  • usare detergenti adatti a un particolare tipo di capelli;
  • scegliere prodotti per la cura dei capelli di alta qualità;
  • utilizzare prodotti per l'igiene personale (pettine, asciugamano) in modo da non essere infettati da una malattia fungina o infettiva;
  • mangiare correttamente e razionalmente, una carenza di vitamine e minerali influisce sulla condizione dei capelli;
  • rifiutare di lavare i riccioli con acqua calda;
  • abbandonare l'asciugacapelli a favore dell'essiccazione naturale;
  • rifiutare lo styling frequente utilizzando dispositivi che colpiscono i capelli ad alta temperatura.

video

Nel video - come diagnosticare le malattie dei capelli:

risultati

  1. Le malattie dei capelli non sono sempre un indicatore di cure improprie per loro. Possono causare cambiamenti nel lavoro degli organi interni..
  2. Per qualsiasi sintomo, devi visitare un tricologo, uno specialista in malattie dei capelli e del cuoio capelluto. Se non rileva deviazioni, è necessario contattare altri medici con un profilo ristretto.

Guarda le collezioni giornaliere dei migliori cosmetici