Pessima guerra. I parassiti hanno reso la vita insopportabile su entrambi i lati della linea frontale

Ecco come il soldato di prima linea Alexander Shumilin scrisse su questi vili succhiasangue nel libro "Vanka-company": "I pidocchi strisciavano sotto le bende, rosicchiando carne viva e ferite. I feriti gridarono, raggiunsero una frenesia. Se la fasciatura poteva ancora essere spostata, poi il pidocchio succhiato dalla ferita cadeva, lei strisciava in un altro posto. E non puoi entrare sotto il gesso. Sotto l'intonaco sciamarono, annidarono e iniziarono a mordere tra loro "..

Nel settembre 1941, il distacco di parti del fronte occidentale era dell'85% del personale, e a Kalininsky - il 96%. Tuttavia, la massima leadership, che non si è avvicinata alle trincee e ai ripari per un colpo di cannone, è stata difficilmente disturbata dalla pediculosi in prima linea, non tollera i pidocchi tifoidi. Durante la guerra civile, la mortalità da essa raggiunse il 50%.

Nel 1942 apparvero nell'Armata Rossa lavanderie da bagno e treni per la disinfezione (BDPP). Ciascuno consisteva di 14-18 carri e poteva lavare e lavare fino a centinaia di soldati in un'ora. Il vapore per il bagno era dato da una locomotiva a vapore. Dove non c'erano binari, si poteva sperare in un bagno mobile: un camion con una caldaia d'acqua e una doccia primitiva. Insieme al bagno, un "mago" guidava - un normale furgone, in cui erano appesi tutti i vestiti sulle spalle - dal soprabito alla parte inferiore. All'interno è stato fornito vapore caldo, il beneficio del pidocchio inizia a morire già a 44 gradi.

Verso la fine della guerra, le truppe ricevettero un "sapone K" dall'odore irrilevante, che è ancora usato in medicina veterinaria. I tedeschi, che soffrivano di pidocchi non meno dei russi (nella Wehrmacht non senza umorismo li chiamavano "piccoli partigiani"), avevano una polvere speciale, ma aiutava male.

Vita in prima linea dell'Armata Rossa nella seconda guerra mondiale. Tutto dietro le quinte

In effetti, nei libri e nei film, è stato mostrato molto raramente ciò che stava accadendo "dietro le quinte" della vita militare. E, se così analizzato, in quegli stessi film quella parte della vita del soldato non viene mostrata, il che sarebbe per lo più poco interessante per lo spettatore, ma per il soldato era probabilmente il più significativo.

Questa è la vita quotidiana..

Sembra non essere una cosa così interessante, ma comunque significativa. Soprattutto, la verità era come nel film "Only Old Men Are Going to Battle", ma le condizioni di vita dei piloti erano in qualche modo diverse dalla fanteria o dagli equipaggi dei carri armati. Questi ultimi, secondo i registi, non hanno nulla da mostrare.

Nel frattempo, anche in condizioni di guerra, è stata prestata attenzione all'organizzazione della vita. Quanto è buono? Bene, mi piacerebbe di più, ma quello che è successo è stato. E vorrei parlare specificamente di ciò che stava accadendo in quella guerra esattamente quando i combattimenti erano tranquilli.

Cibo, sonno, calore e un bagno: ecco di cosa aveva bisogno il soldato. Ma, nonostante le difficili condizioni, la gente legge libri e giornali, va al cinema, fa spettacoli amatoriali, canta, balla l'armonica, ascolta la radio e si rilassa. È vero, principalmente nel secondo livello e nei giorni festivi. Da cinque a dieci volte all'anno.

Lasciamo il cibo per dopo, parliamo di cose ancora più rare nelle descrizioni, ma molto significative. A proposito di servizi igienico-sanitari.

"Nutri i pidocchi davanti" - probabilmente tutti hanno sentito questa frase. A giudicare dai documenti d'archivio, la diffusione della pediculosi nelle truppe durante la Grande Guerra Patriottica raggiunse proporzioni catastrofiche e persino un'intera armata sanitaria fu creata per combattere i pidocchi, in cui c'erano oltre un centinaio di treni speciali e unità di disinfezione.

96 su 100 combattenti avevano i pidocchi.

Quindi il soldato sovietico fin dall'inizio della guerra combatté su due fronti: con l'esercito di fascisti e l'esercito di insetti. La base dell'esercito di parassiti era il cosiddetto pidocchio dei vestiti, che, oltre alle grandi dimensioni e al carattere della feccia, era anche il principale vettore di una serie di malattie infettive. I dottori militari non potevano davvero resistere a questo flagello: non c'erano fondi, nessuna esperienza, nessuna risorsa.

Così, ad esempio, nel settembre 1941, nelle parti del fronte occidentale, il "sovrappeso" del personale superava l'85% e sul fronte di Kalinin il 96%. Non abbastanza sapone, bagni e lavanderie. Non a casa era in quel momento difficile. Inoltre, anche durante gli anni della guerra, la qualità del sapone prodotto nel paese diminuì drasticamente e la fornitura di detersivo si fermò quasi completamente.

Al quartier generale, il flusso di notizie ha suscitato preoccupazione e quadri del Red Army Research and Testing Institute (NIIIS KA) sono stati gettati in battaglia.

La ricerca scientifica portò i primi risultati pratici entro la fine del 1941: l'Armata Rossa iniziò a ricevere lavanderie speciali e treni per la disinfezione (BDPP), in cui fino a centinaia di soldati potevano essere processati in un'ora. Tali treni erano composti da 14-18 automobili: spogliatoi, camere di formalina, docce, lavanderie e asciugatrici. La locomotiva a vapore forniva vapore e acqua calda all'intero bagno e alla lavanderia.

I treni speciali hanno disinfettato 100 combattenti all'ora.

Alla fine del 1942, l'Armata Rossa aveva già più di cento di questi treni. Naturalmente, i treni speciali non potevano spremere tutti i pidocchi e le lendini nella parte anteriore. Agirono lontano dalla prima linea e lavorarono principalmente sul rifornimento che arrivava nell'esercito attivo, o sui soldati delle unità assegnate al rifornimento o alla riforma.

Più vicino al fronte, i parassiti hanno combattuto a morte (per i parassiti) combattenti ODR, aziende di lavaggio e disinfezione. Nel 1943, c'erano 103 di queste compagnie nell'Armata Rossa. Nel loro arsenale, i combattenti con i pidocchi avevano camere mobili di controllo dei parassiti e docce d'auto.

Squadre di lavanderia da campo (PEP) e squadre di lavanderia e disinfezione (DOP), che hanno avvelenato i pidocchi con tutta una serie di sostanze chimiche, hanno fatto il lavaggio.

Gli insetti sono stati avvelenati con trementina, DDT e bruciati con il fuoco.

I principali mezzi per combattere gli insetti erano gli "insetticidi sintetici", che venivano usati per trattare i soldati e le loro uniformi. Inizialmente si trattava di bisetil xantogeno, sulla base del quale sono stati realizzati "sapone K" e "preparazione K-3", trementina clorurata (SC) e la sua versione di sapone SK-9, piretolo, anabazina solfato e altri prodotti.

Nel 1944, questi farmaci non erano più utilizzati. Furono sostituiti dal rivoluzionario DDT per quei tempi (tra il popolo - polvere). Negli abiti impregnati di loro, i parassiti non mettevano affatto radici. Gli scienziati hanno appreso solo sulla gravità di questa droga per il corpo umano 30 anni dopo la guerra..

È chiaro che per molte ragioni gli inservienti non potevano processare tutti i soldati dell'Armata Rossa.

E poi i soldati hanno usato metodi popolari per trattare i pidocchi. Ad esempio, friggere. In termini generali, l'azione sembrava così: ginnaste arricciate e giacche trapuntate erano ripiegate in una canna di metallo, coperta con un coperchio in cima e fritta sul fuoco. Ma spesso, insieme ai pidocchi, morivano anche le uniformi.

Le capesante frequenti, che sono venute in primo piano principalmente attraverso aiuti umanitari da parte della popolazione, erano molto popolari nelle trincee. I pidocchi venivano semplicemente pettinati. Secondo i soldati di prima linea, quasi tutti si tagliavano i capelli “a zero” e si rasavano persino le sopracciglia, cercando di non indossare cappotti di pelliccia corti e altre “chiusure di lanugine”.

A proposito, di pellicce corte, che così spesso lampeggiano sugli schermi. Come diceva mio nonno, i cappotti di pelliccia corta di montone non erano molto apprezzati proprio perché i parassiti adoravano viverci. All'alto comando, i cui problemi di vita non erano così acuti - per favore, ma i combattenti preferivano giacche trapuntate.

E un altro dettaglio. Ancora una volta, secondo le storie, non appena alla fine del 1942 - all'inizio del 1943 è migliorato con il cibo, i pidocchi si sono in qualche modo calmati. "I pidocchi, lei, l'infezione, ama gli affamati e i deboli", - diceva spesso il nonno.

Verso la fine della guerra, il problema della pediculosi nell'esercito iniziò a scomparire. Uno dei motivi era la normalizzazione del bagno e del servizio di lavanderia per le truppe. Quindi, se nel 1942 i soldati si sono lavati nel bagno 106 636 000 volte, nel 1944 hanno quasi 3 volte di più - 272 556 000 volte. Nel 1942, le unità posteriori disinfettarono 73.244.000 set di uniformi e nel 1944 167.6 milioni di set erano già disinfettati..

I pidocchi non erano solo un problema dell'Armata Rossa, ma anche parti della Wehrmacht. A giudicare dalle memorie pubblicate di soldati e ufficiali tedeschi, per la prima volta incontrarono parassiti all'inizio dell'inverno del 1941, quando, fuggendo dal freddo, furono costretti a scaldarsi da ciò che avevano in mano, creando un ambiente favorevole per la vita dei pidocchi.

"Il nemchuru aveva coperte ricche, di lana", ha ricordato mio nonno Nikolai. Dato che nelle disposizioni dei tedeschi si trovava spesso davanti ad altri soldati e anche allora, quando i tedeschi non si sarebbero ritirati, avrebbe potuto fare una pausa. Ma... le coperte di lana tedesche erano solo piantine di insetti.

Un altro flagello delle trincee era la scabbia. La scabbia è una malattia della pelle contagiosa causata da un parassita - acaro della scabbia. Una persona malata sente una pelle acuta, intensa di notte prurito su tutto il corpo, accompagnata da un'eruzione cutanea di piccole vescicole e vesciche.

Durante la guerra, il trattamento dei pazienti consisteva nell'uso di vari unguenti e anche il metodo Demyanovich era molto diffuso, secondo il quale i pazienti nudi strofinavano una soluzione di iposulfite e quindi acido cloridrico nel corpo dall'alto verso il basso. Allo stesso tempo, si avverte una pressione sulla pelle, simile allo sfregamento con sabbia bagnata. Dopo il trattamento, il paziente può ancora avvertire prurito per 3-5 giorni come reazione alle zecche morte. Inoltre, molti combattenti per la guerra sono riusciti a ammalarsi con queste malattie dozzine di volte...

In generale, il lavaggio in uno stabilimento balneare e la sanificazione sono avvenuti principalmente nel secondo livello, cioè non prendendo parte diretta alle battaglie.

In estate, i combattenti hanno avuto l'opportunità di nuotare nei fiumi, corsi d'acqua, raccogliere l'acqua piovana. In inverno, non è stato sempre possibile non solo trovare uno stabilimento balneare già pronto costruito dalla popolazione locale, ma anche costruire un.

Qui, specialmente nei luoghi in cui è difficile costruire uno stabilimento balneare (le stesse steppe di Rostov, per esempio), un'altra invenzione di NIIIS KA è venuta in soccorso: l'autostrada.

In realtà, un camion con un corpo sigillato, in cui sono montati una stufa e un serbatoio d'acqua. Ma dove non c'è legna da ardere e la stufa a gasolio era abbastanza.

La vita in prima linea era chiaramente uno dei fattori nell'efficacia del combattimento del personale; creava condizioni in cui la presenza dei fenomeni più necessari nella vita dei combattenti divenne vitale.

I soldati e gli ufficiali vivevano in tali condizioni quando le cose più necessarie per garantire la vita, come cibo, lavarsi nel bagno e servizi igienico-sanitari, indennità in denaro e tempo libero dal servizio, diventarono quasi gli unici piaceri disponibili. E poiché erano spesso assenti, la loro presenza si trasformava in un complesso autosufficiente di "gioie della vita".

Ma era ancora necessario combattere...

Tuttavia, i pidocchi furono tormentati, le scarpe e le uniformi furono riparate, i lanciatori furono saldati, i rasoi furono affilati. Fu un intero esercito di coloro che aiutarono i soldati a superare le difficoltà e le difficoltà..

Puoi parlare a lungo di quanto la vita in prima linea dei combattenti sovietici sia stata cattiva o meno. Vale anche la pena ricordare che, a differenza dell'esercito tedesco, le vacanze nell'Armata Rossa erano una rarità, uno dei più alti riconoscimenti. Quindi essere lontani dalla prima linea, dopo il bagno, in modo pulito - questo era già buono. Ha aiutato.

Solo una serie di fotografie che raccontano che la vita in prima linea hanno cercato di stabilire, se non correttamente, almeno per stabilire.

PolonSil.ru - social network della salute

Articoli popolari

"I pidocchi amano gli affamati": come i pidocchi sono stati combattuti durante la guerra

Ad esempio, secondo alcune informazioni, 96 su 100 combattenti avevano i pidocchi. "Letidor" racconta come i soldati li hanno affrontati.

La base dell'esercito dei parassiti era il cosiddetto pidocchio dei vestiti, che, oltre alle grandi dimensioni e alla natura aggressiva, si distingue per il fatto che portano malattie infettive. Non c'erano mezzi, nessuna esperienza, nessuna risorsa per contrastarli..

Secondo alcuni rapporti, entro settembre 1941, nelle parti del fronte occidentale, il "riempimento eccessivo" del personale ha raggiunto quasi il 90 percento. Non abbastanza sapone, bagni e lavanderie. I soldati di prima linea hanno ricordato come negli ospedali i succhiasangue strisciavano sotto le bende, mordendosi le ferite. Coloro che indossavano l'intonaco, era molto difficile, perché da sotto l'intonaco non era possibile ottenere parassiti, quindi gradualmente portarono il soldato in una frenesia.

I pidocchi sovietici portarono ai soldati sovietici malattie più gravi: il tifo e la "febbre da trincea". È stata richiesta un'azione urgente. I dipendenti dell'Istituto di ricerca dell'Armata Rossa furono incaricati di risolvere il problema.

Risultati pratici furono ottenuti sei mesi dopo, alla fine del 1941:

Tali treni consistevano di 14-18 carri. Avevano spogliatoi, docce e lavanderie. Il vapore e l'acqua calda erano tutti forniti dal motore.

È vero, queste misure non erano ancora sufficienti: spesso i soldati stessi cercavano di avvelenare i parassiti, ad esempio, per bruciare con il fuoco. Una botte di metallo fu posizionata su un falò e all'interno furono gettati abiti infilati. Come risultato di tale procedura, uniformi e pidocchi spesso morivano.

Alla fine della guerra, i pidocchi dell'esercito sovietico furono effettivamente sconfitti. La normalizzazione delle condizioni sanitarie, l'aumento delle misure di disinfezione e una migliore alimentazione del personale hanno svolto un ruolo in questo. Non a caso hanno detto che "i pidocchi amano gli affamati".

I mezzi moderni possono sbarazzarsi dei parassiti senza problemi. Sono divisi in due tipi principali: alcuni paralizzano il sistema nervoso dei pidocchi, altri bloccano il loro sistema respiratorio. Il secondo è lo shampoo igienico. Il principale ingrediente attivo del farmaco è il dimeticone, che è completamente innocuo per l'uomo e quando viene a contatto con i capelli e il cuoio capelluto non provoca quasi mai effetti collaterali. Oltre al dimeticone, il rimedio per i pidocchi contiene un estratto di foglie di albero di Neem e olio di lavanda. Estratto dalle foglie di un albero nim - uno strumento efficace per sbarazzarsi dei pidocchi. Inoltre, ripristina il diradamento e la secchezza dei capelli, nonché i capelli tinti. L'olio di lavanda allevia l'irritazione ed è spesso usato come agente antibatterico contro il prurito, il che lo rende indispensabile nella cura dei capelli..

I pidocchi di solito non vivono fuori dalla testa di una persona per più di 24 ore. L'opzione ideale è vivere con parenti o amici per un paio di giorni, durante i quali tutti i pidocchi moriranno sicuramente e sicuramente non avrai bisogno di alcuna disinfezione della stanza.

È estremamente raro che i pidocchi vengano trasmessi quando le persone usano un pettine, fasce per capelli o cappelli comuni. Inoltre, non saltano e non volano: strisciano. Il modo principale di infezione è "testa a testa" durante abbracci o giochi.

Anche se prevenire l'infezione è molto difficile, ci sono modi per ridurre al minimo il rischio. Spiega a tuo figlio che il contatto diretto non vale i problemi che può causare. Sebbene il trasferimento di pidocchi attraverso una spazzola per capelli o un elastico sia raro, perché rischiare: insegna a tuo figlio a usare solo le sue cose. E infine, non dovresti evitare un esame scolastico, al contrario, è meglio assicurarsi che gli esami vengano eseguiti regolarmente e che il proprietario dei pidocchi venga rilevato fino a quando tutti i bambini della classe o del gruppo li hanno acquisiti.

Foto: Picture-alliance.com, VOSTOCK

Ti piace l'articolo? Iscriviti al canale per tenerti aggiornato sui materiali più interessanti

Yoga a letto: asana pigra mattutina a letto, che darà allegria e positivo

Corso alla moda: lo yoga a letto al risveglio darà una forza positiva e un'ondata di forza.

Molte persone, al risveglio al mattino, amano fare stretching per allungare il corpo dopo un lungo soggiorno senza movimenti. E se portassimo la sorseggiata mattutina a un livello radicalmente diverso e avanzato? La recensione contiene un corso di perfezionamento fotografico sullo yoga mattutino a letto: questi semplici esercizi ti aiuteranno a ottenere una carica di energia inaudita in precedenza per l'intera giornata. Il corpo dopo di loro sarà pronto per le imprese nel senso letterale della parola.

Allungamento morbido della parte posteriore della coscia

Dovresti iniziare impastando i muscoli delle gambe, poiché la circolazione del sangue durante il sonno rallenta significativamente..

Mezzo ponte

Il mezzo ponte è molto semplice nell'esecuzione, ma estremamente efficace.

La fase successiva è un riscaldamento dei muscoli della zona lombare e pelvica. Un normale mezzo ponte non solo aiuterà a riscaldare il corpo, ma, essendo una delle più semplici asana "invertite", fornirà un flusso di sangue al cervello - e questo è un obiettivo molto importante per il corpo al mattino. È dimostrato che eseguire asana yoga invertite al mattino aiuta a migliorare l'attenzione e le prestazioni almeno per la prima metà della giornata.

Halasana

L'aratro a letto è ugualmente efficace.

È particolarmente conveniente eseguire halasana nel letto se il letto ha una schiena piatta o relativamente uniforme. I piedi possono essere fissati ovunque - sulla testiera, sul muro - o semplicemente tenerli sul peso. Una caratteristica dell'attuazione della posa dell'aratro sul letto è che la morbidezza del supporto consentirà a qualsiasi principiante di sollevare facilmente il bacino per eseguire un'asana invertita. Devi solo aiutare le tue mani a strappare il bacino - e ora funziona l'asana invertita!

Torcitura super efficiente della colonna vertebrale

Arrotolare in salute!

L'illustrazione può sembrare che questo non sia un esercizio fisico, ma riposi in una posizione comoda. Ma non è così. Nella regione toracica e lombare si verifica una torsione molto efficace. Questa torsione mattutina è particolarmente indicata a coloro che soffrono di mal di schiena o mal di schiena dopo il sonno. Un punto importante: giacere in una svolta in ogni direzione è desiderabile per almeno un minuto. 2-3 minuti è meglio.

Cane a faccia in su nel letto

Alcuni asana su una superficie morbida non perdono efficacia.

Il classico asana "cane che guarda in alto" sul letto, ovviamente, non è efficace come quando eseguito su un pavimento duro, tuttavia, è una compensazione per la torsione e la deflessione eseguite in precedenza. Impasta perfettamente la schiena, la parte bassa della schiena e i muscoli delle mani. Pertanto, il complesso di esercizi dopo il sonno ha già coinvolto tutti i gruppi muscolari del corpo umano..

Sorseggiando il massimo vigore e pace

E devi completare il complesso mentre sei seduto, eseguendo un forte pull up. Le dita si collegano al castello, quindi una persona si tira verso l'alto con lo sforzo delle sue mani. Si verifica un'estensione molto efficace dei muscoli del corpo. Dopo questo esercizio, completando il complesso, vuoi davvero rotolare le montagne!

Ti piace l'articolo? Iscriviti al canale per tenerti aggiornato sui materiali più interessanti

Il comportamento corretto quando si brucia a casa o in campagna (come evitare errori)

Probabilmente tutti, senza eccezione, hanno avuto l'opportunità di ricevere vari tipi di ustioni. Questa situazione è sempre accompagnata da un senso di panico e dolore, quindi spesso se vuoi correggere la situazione, puoi farti del male senza intenzioni maligne. Il materiale parlerà del comportamento corretto quando si ricevono le ustioni più frequenti a casa e in campagna.

1. Brucia da acqua bollente

L'acqua bollente è presente nella nostra vita ogni giorno.

Un'ustione con acqua bollente è il tipo più comune di ustioni ricevute a casa. Un movimento imbarazzante di una persona o animale domestico - e una tazza di tè caldo è già rovesciata.

Gli errori più comuni per le ustioni con acqua bollente di primo grado (arrossamento, sensazione di cottura) e di secondo grado (arrossamento, dolore, piccole vesciche) sono generalmente i seguenti. In primo luogo, è severamente vietato lubrificare una bruciatura dall'acqua bollente con unguenti, creme per bambini, panna acida, olio, ecc. Che sono caduti nell'armadietto dei medicinali dal braccio. Ciò può portare a una rapida infezione. Piccole bolle non devono essere forate con un ago o unghie. Inoltre categoricamente non adatto per il raffreddamento di una bruciatura fresca da acqua bollente, ghiaccio dal congelatore del frigorifero.

2. Ustioni chimiche

È possibile ottenere una bruciatura mono dal contatto con prodotti chimici domestici e medicinali.

Ottenere un'ustione chimica a casa non è affatto una finzione. Sorgono a contatto con alcuni prodotti chimici che possono danneggiare i tessuti, tra cui: alcuni fertilizzanti per piante d'appartamento, aceto da tavola e acido acetico, alcuni detergenti contenenti alcali dal mondo dei prodotti chimici domestici, perossido di idrogeno non diluito, soluzioni farmacologiche (dimeossido, ecc.). Se hai diagnosticato un'ustione chimica (il più delle volte sembra più un'allergia fredda rispetto a una classica bruciatura a vapore) dopo il contatto con una sostanza chimica, sciacqua l'area danneggiata sotto l'acqua corrente per un tempo molto lungo - da 10 a 20 minuti.

Importante! In caso di bruciore acido, aggiungi sapone all'acqua.

Dopo il lavaggio, applica una garza o una benda che respira (simile a quella descritta nel paragrafo 1 di questo materiale). Ora chiamiamo gli errori comuni che possono provocare focolai di infezione. Ce ne sono due. Pertanto, ricordiamo: nessun impacco umido, nessun tocco e carezza. Il fatto è che le sostanze chimiche penetrano in profondità nella pelle e anche dopo la loro rimozione possono continuare ad agire. Quindi hai bisogno di un sito di masterizzazione super calmo.

3. Scottature solari a media latitudine

Fa male persino guardare questa foto.

Il sole più pericoloso e attivo alle medie latitudini è a maggio. Pertanto, se ora sei autoisolato in una casa di campagna o in una casa di campagna e puoi permetterti il ​​lusso di stare all'aperto, cerca di proteggerti dalle scottature solari. Se tuttavia hai una grave scottatura solare, allora hai bisogno
lasciare immediatamente il sole in un luogo ombreggiato e fresco, quindi entrambe le compresse con acqua fredda e un bagno o una doccia freschi sono assolutamente accettabili. Se avverti mal di testa, vertigini o nausea come sintomi di lieve colpo di calore, è meglio sdraiarsi e bere paracetamolo o citramone.

Ora su cosa non puoi fare. L'errore più folle è il metodo vecchio stile con panna acida. Per non rovinare il tuo umore, resteremo in silenzio sulle possibili conseguenze. Credetemi, possono essere i peggiori. È anche impossibile trattare la pelle con cubetti di ghiaccio: ciò può provocare la formazione di cicatrici cheloidi sulla pelle, sulle quali rimarrà una sensibilità ridotta per tutta la vita. Non puoi lavare la pelle danneggiata con sapone, strofinare con una salvietta o pulire con uno scrub - questo aumenterà la reazione infiammatoria. Il trattamento con alcol è severamente vietato! Anche la vaselina e le creme grasse non sono categoricamente adatte. Può lubrificare la pelle solo con cosmetici speciali DOPO UNA TAN con un alto contenuto di pantenolo. Fino a quando l'ustione non è completamente scomparsa, non si dovrebbe consentire il contatto ripetuto della pelle bruciata con la luce solare diretta, anche se si utilizza una crema solare con l'indice SPF più elevato.

Importante! Bere alcol probabilmente aumenterà la sensazione di cottura e in questo caso pillole come il citramone saranno impotenti.

4. Brucia da hogweed e altre piante velenose

È estremamente pericoloso.

Hogweed è una pianta molto comune alle medie latitudini. Ognuno di noi ha visto intere radure di questa pianta, camminando lungo una strada di campagna o lungo un sentiero nel bosco. Particolarmente tossico è il sottospecie hogweed di Sosnowski, che è noto per la sua altezza (da 1 a 4 metri). Hogweed estrae uno speciale succo fototossico e, quando arriva sulla pelle, l'esposizione alla luce solare aumenta più volte. Anche una goccia di panace può causare ustioni alla pelle, soprattutto se è al sole. Tra le altre piante velenose di medie latitudini: cicuta maculata, sbiancata, wrestler (l'edera velenosa si trova raramente più vicino alle latitudini settentrionali). I sintomi di un'ustione da contatto con una pianta velenosa si manifestano come arrossamento, prurito e bruciore della pelle. E se non si risciacqua immediatamente la pelle, si può ottenere una grave ustioni. In questo caso, le vesciche appariranno nel sito di arrossamento.

Il primo soccorso per un'ustione da una pianta velenosa è il seguente. È necessario lavare la zona interessata il prima possibile con acqua e sapone e trattare la zona con bicarbonato di sodio. Quindi, idealmente, è necessario trattare l'area interessata con un unguento antistaminico o un unguento contenente pantenolo. E applica una benda di garza traspirante. Se c'è un kit di pronto soccorso con un antistaminico nelle vicinanze - prendilo immediatamente, puoi raddoppiare una dose contro il tuo solito singolo, non ci saranno danni. Ma ciò che assolutamente non si può fare è portare al contatto dell'area interessata con la luce solare diretta. Da questo possono derivare terribili vesciche. Non è ancora possibile lubrificare la bruciatura con oli, creme.

Ti piace l'articolo? Iscriviti al canale per tenerti aggiornato sui materiali più interessanti

I nemici sono peggio dei nemici

Sui campi di battaglia della prima guerra mondiale, i soldati di tutti gli eserciti non erano il principale nemico mortale nelle trincee dall'altra parte della "terra di nessuno". No, il nemico più feroce dei soldati erano i pidocchi che, diffondendo il tifo e la "febbre da trincea", aumentarono ripetutamente le perdite irrecuperabili delle truppe. In che modo l'esercito ha cercato di combattere questo nemico estremamente tenace?

Nel romanzo "La morte di un eroe", in cui l'autore, il veterano della prima guerra mondiale Richard Aldington, non risparmiò l'inchiostro nero per descrivere la vita di tutti i giorni, c'è un episodio degno di nota (traduzione di Nora Gal):

“[Gunner]... ha esaminato attentamente la sua camicia di flanella grigia, il suo corpo era completamente cosparso di piccoli punti rossi. Una specie di vile malattia della pelle, pensò Winterbourne, e si dedicò ai suoi affari urgenti..

"Freddo terribile", ha osservato..

"Wrecked cooler", confermò il cannoniere, ancora con ansia alla ricerca di qualcosa sulla sua camicia..

- L'eruzione cutanea è spiacevole.

"Pidocchi, maledetti." Tutta la casa era piena, nessun posto dove andare da loro.

Pidocchi? La casa è stata piena? Bene, ovviamente, l'artigliere è stato sconfitto dai pidocchi. È tutto morso e pettinato al sangue. Winterbourne si sentiva a disagio. Cosa potrebbe esserci di più famigerato dei parassiti?

- Dove li hai raccolti? Ed è davvero impossibile liberarsene?

- Dove l'hai raccolto? Dov'è tutto. Li hai o cosa? E non ti libererai di loro. Dopo la doccia, anche la biancheria viene data pessima. E nelle case dappertutto pidocchi e nei ripari; e se lo sono, non ti allontanerai da loro.

Dopo questo incontro, una nuova preoccupazione è apparsa nella vita di Winterbourne: proteggersi dai pidocchi il più a lungo possibile. Ma è passato un mese e anche lui si è riconciliato con il pidocchio - l'inevitabile compagno di guerra ”.

E sebbene si possa discutere con alcuni punti del libro di Aldington, in questo piccolo episodio è assolutamente accurato. Uno dei segni più spiacevoli e, inoltre, pericolosi di una vita in trincea erano i pidocchi. Assolutamente tutti ne soffrivano: russi e tedeschi, francesi e turchi, l'esercito austro-ungarico multinazionale. Tutti gli eserciti hanno cercato di combatterli approssimativamente nello stesso modo, ma poi nessuno ha vinto la vittoria finale sugli insetti.

L'americano Arthur Impey, che prestò servizio nell'esercito britannico nel 1915-1916, come Aldington, trasmette lo shock che un debuttante in Francia stava aspettando:

"Con un misto di paura e disgusto, evitò la compagnia dei vecchietti, ma dopo alcuni giorni, tormentato dal prurito, ricorse lui stesso all'aiuto della" caccia alla camicia ", trascorrendo molte notti dolorose senza dormire".

Impey ha descritto il modo internazionale e più comune di trattare i pidocchi. È stato necessario controllare attentamente i vestiti, schiacciando le unghie di adulti e lendini. Poiché le cuciture dei vestiti erano il riparo degli insetti, molti hanno bruciato le cuciture con l'aiuto di una candela, che, tuttavia, potrebbe irrimediabilmente rovinare il vestito. Quando ci riuscirono, i soldati usarono ferri caldi, immerse i loro vestiti nel creosoto e cercarono di usare insetticidi. Va notato che il DDT era già sintetizzato, ma le sue proprietà non erano note fino alla fine degli anni '30.

Finora, non c'erano almeno alcuni mezzi efficaci, erano distorti nella parte anteriore come potevano. Ecco una delle descrizioni, data da un ricercatore sovietico nel campo della medicina militare, Y. N. Krichevsky:

“... Sono stati utilizzati annaffiatoi, vari serbatoi, attrezzature di birrifici; secchi erano appesi con setacci attaccati da annaffiatoi. Il lavaggio era organizzato in stalle, in lavanderie; spesso gli accessori per il lavaggio primitivo venivano installati nelle stalle, dove, come sapete, viene mantenuta una temperatura più elevata. A volte sono stati spesi molto tempo e molti sforzi in attrezzature, a volte denaro, ma con il passaggio a un nuovo parcheggio, ho dovuto ricominciare tutto da capo. Il lavaggio dei vestiti è stato effettuato individualmente dai soldati, per i quali è stato distribuito il sapone. ".

L'autore in questo caso descrisse il francese, ma misure simili con successo maggiore o minore furono prese da tutti gli altri eserciti. Docce, bagni e bagni erano all'ordine del giorno, ma non era sempre possibile trovare abbastanza acqua, carburante e spazio per loro. Era impossibile lavarsi in prima linea, sebbene fossero ancora intrapresi alcuni casi di costruzione di stabilimenti balneari nelle trincee.

Cosa è rimasto? Le istruzioni del capo del servizio sanitario francese dell'esercito del 4 novembre 1914 contenevano, come scrive Y. N. Krichevsky, un elenco di misure per la distruzione dei pidocchi: "... tagliare i capelli, lavare il corpo e sfregarlo con anti-pidocchi, vestiti bollenti, zolfo o disinfezione a vapore, bruciore di paglia da letto, straccio. Dall'Istituto Pasteur proveniva l'incenso con sostanze odorose da indossare sul corpo. La cosa più difficile è stata rendersi conto della combustione della paglia da letto a causa della difficoltà di sostituirla. " E queste erano alcune delle misure più energiche. Ad esempio, nell'esercito britannico, nessuno dei precedenti, tranne il lavaggio e il lavaggio, è stato fatto. Ciò era in gran parte dovuto al fatto che il pidocchio sembrava una caratteristica fastidiosa, ma non fatale, della vita di trincea, e nessuna delle autorità dell'esercito vide il collegamento tra "febbre di trincea", tifo e zashivlennost.

Nel dicembre 1914, nell'esercito russo, la principale direzione sanitaria militare chiese al Consiglio militare stanziamenti per procurarsi preparazioni speciali:

"Come dimostrato da numerosi esperimenti di laboratorio e clinici condotti per conto della direzione militare militare principale, delle numerose sostanze chimiche testate per lo scopo indicato, i mezzi più soddisfacenti sopra elencati sono una miscela di 65 parti di saponi naftenici (sapone-sapone o sostituto del sapone) con 35 parti di cresoli tecnici, utilizzato in una soluzione acquosa al 10%. In considerazione di ciò, la direzione della direzione sanitaria militare generale ha già emesso un ordine per produrre immediatamente 5.000 poods della miscela indicata nella fabbrica per preparazioni mediche militari. 3250 sterline. sapone sapone L o surrogato sapone t-va “Br. Nobel "e 1750 sterline. cresoli tecnici ".

Nel 1915, le autorità militari, così come le unità sanitarie equipaggiate con la City e la Zemstvo Union, fecero un ottimo lavoro per creare unità di disinfezione e disinfezione in unità militari, ospedali, stazioni ferroviarie, luoghi di detenzione di prigionieri, ecc. In un incontro con il Capo Supremo dell'unità sanitaria ed evacuazione nel settembre 1915, fu indicato:

“Gli apparecchi di disinfezione più comuni nell'esercito sono l'apparato Helios e l'apparato di igiene adatto a loro. Riconoscendo l'opportunità di rifornire l'esercito di quanti più veicoli possibili, si decise di ordinare altri 1000 veicoli Helios. Per quanto riguarda la preparazione di Nasekomoyad, secondo la dichiarazione del capo ispettore sanitario militare, 5.000 poods sono già stati inviati all'esercito. di questo farmaco, anche ordinato 10.000 sterline. e dovrebbe ordinare altre 5.000 sterline. Tuttavia, questa quantità sembra insufficiente ed è consigliabile ordinare altre 10.000 sterline. droga chiamata.

I dispositivi Helios e Hygiene indicati erano uno di molti di questi dispositivi che entravano nelle truppe su entrambi i lati del fronte. Prende il nome dal dio del sole, l'apparato era una scatola di ferro ondulato:

“La scatola è divisa in due parti da una stufa in ghisa: quella inferiore è occupata da un focolare che riscalda l'aria della camera attraverso la stufa e il tamburo a maglia esagonale è posizionato in quello superiore, in cui sono posizionati gli oggetti disinfettati. Per umidificare l'aria calda, un recipiente di metallo è attaccato all'esterno dell'apparato, da cui l'acqua viene fornita attraverso un tubo nella camera e cade su una stufa calda. Il tamburo ruota la maniglia a una velocità di 12-15 giri al minuto ".

Tuttavia, i medici russi non erano contenti di questa novità. Il medico del corpo V.P. Kravkov notò nel suo diario nel dicembre del 1914 che gli veniva mostrato "Helios" e un "bagno" acquistato per 700 rubli per 96 rubli, che, al loro primo utilizzo, "... erano fragili e fragili ( le pareti della stufa di ghisa si incrinarono, la griglia di Helios si incendiò, le ruote del carro si spaccarono...) ”. È vero, allora Kravkov riconobbe ancora le virtù di "Helios", che secondo lui i soldati soprannominati "una mitragliatrice schifosa".

I francesi andarono un po 'oltre e combinarono in una sola unità un tipo mobile e un lavaggio, una disinfezione e un lavaggio. Come osserva Krichevsky, "... unità mobili ad alto rendimento iniziarono ad entrare nell'esercito nella primavera del 1916, anche da un'organizzazione pubblica che godeva di sussidi statali" (esattamente la stessa cosa che Zemsky e City Unions fecero o tentarono di fare in Russia). “Questa installazione, oltre alla caldaia, aveva un serbatoio per 1000 litri di acqua, che richiedeva 50 minuti per riscaldare fino a 100 °, e una camera di vapore capiente, la cui temperatura poteva essere di 10 minuti. portare a 150 °, così come due piccole camere di formalina. " Quindi, sulla base di questi dispositivi, furono disposti grandi punti di disinfezione fissi in cui i soldati potevano lavare e ottenere vestiti puliti.

D'altra parte, gli inglesi iniziarono a studiare i chimici. All'inizio del 1916, i soldati stavano usando la miscela di polvere NCI, il cui componente principale era il naftalene (96%) e il due per cento di creosoto e iodoformio. Tuttavia, né questa sostanza né altri agenti chimici hanno fornito, in ultima analisi, il risultato desiderato. Il lavaggio e il taglio dei capelli hanno distrutto i pidocchi sul corpo, ma la biancheria scarsamente lavorata ha riportato tutto alla normalità..

Quindi gli inglesi iniziarono a usare i disegni presentati dai contingenti militari dei domini, tra cui i due tipi di caserma più usati: i disegni dei canadesi Major Amyot (John Andrew Amyot) e Captain Orr (Harold Orr). Si trattava di camere di disinfezione in cui l'aria calda secca o il vapore surriscaldato venivano usati come metodo principale per sterminare gli insetti. Un metodo simile per la lavorazione di massa degli abiti si diffuse prima tra le divisioni canadesi e poi in tutto il settore britannico del fronte occidentale. Anche le truppe australiane e neozelandesi si sono divertite a copiare il progetto e hanno iniziato a distribuire ampiamente tali telecamere. Dal fronte occidentale, campioni e disegni furono inviati al fronte di Salonicco, oltre che in Egitto e Palestina..

Se la lotta contro i pidocchi era difficile, poiché era necessario passare una grande quantità di vestiti attraverso le unità di disinfezione, spesso sacrificando la qualità della lavorazione, allora era più facile trattare i pidocchi. I trattamenti a zero taglio di capelli e a base di creosoto sono rimasti universali durante la guerra.

Va notato che i successi ottenuti dai servizi sanitari di tutti gli eserciti in guerra non hanno permesso una vittoria completa sugli insetti - portatori di tifo e "febbre da trincea". Solo la fine della guerra e la smobilitazione di milioni di soldati che hanno avuto l'opportunità di prendersi cura di se stessi hanno chiuso questo problema in alcune parti d'Europa. In Russia, la rivoluzione e lo scoppio della guerra civile, nonostante tutti gli sforzi compiuti dalle parti in conflitto, hanno contribuito all'ulteriore crescita delle malattie infettive trasmesse dai pidocchi.

  1. Camere di disinfezione // Enciclopedia della grande medina / Cap. editore N.A. Semashko, Volume 8 - M.: “Enciclopedia Sovietica”, 1929
  2. Kravkov V.P.La Grande Guerra senza Ritocco: Note del medico del corpo - M.: Veche, 2015
  3. Krichevsky Ya. N. Servizio sanitario dell'esercito francese durante la guerra mondiale 1914-1918 - M.: "Editoria militare", 1939
  4. Servizio sanitario dell'esercito russo nella guerra del 1914-1917 Raccolta di documenti - Kuibyshev, 1942.
  5. Dubord D. G. Nemici invisibili: un esame delle malattie infettive e della loro influenza sull'esercito canadese in due importanti campagne durante la prima e la seconda guerra mondiale. Una tesi presentata in adempimento parziale dei requisiti per il titolo di dottore in filosofia presso il Dipartimento di Storia presso l'Università di Victoria, 2009
  6. Greenhous B. et al. The Torch We Throw: The Dundurn WWI Biblioteca storica: Amiens / Second to None / The Making of Billy Bishop / Hell in Flanders Fields / Ti ha fatto pensare a casa - Dundurn, 2014

In una guerra, i pidocchi

Yu.M. Lotman. Potsdam, 1945.

Yuri Mikhailovich Lotman

COME HAI TROVATO

In Vasily Terkin, Twardowski ha un episodio del genere. Il vecchio che ha partecipato alla prima guerra mondiale parla con Terkin e chiede:

Al che Terkin, dopo essersi sistemato, risponde: "Parzialmente c'è". Per questo, un partecipante alla prima guerra mondiale dice a Terkin di essere un vero soldato. Questo argomento non è stato ignorato da chiunque abbia scritto in modo relativamente veritiero sulla guerra, da Barbusse a Hasek. Pidocchio è un argomento parzialmente proibito. Riguarda il lato "altro" della vita militare. Prima della guerra, conoscevo i pidocchi solo dai monumenti letterari o dalla ricerca entomologica..

Siamo partiti: era il secondo mese di guerra. Ma faceva ancora molto caldo sul fronte meridionale. Una volta ho sentito un prurito fastidioso completamente incomprensibile. Ci fermammo in una piantagione di foreste nella steppa e aspettammo che la notte uscisse dal rifugio dagli aerei e ricominciassi a ritirarsi verso est. Andai più a fondo nella piantagione della foresta e, gettandomi la camicia, rabbrividii per il disgusto.

L'entomologia è sempre stata l'argomento del mio amore, questa sensazione rimane anche dopo che ho abbandonato l'idea di diventare me stesso un esploratore di insetti. Ortotteri e reticoli erano particolarmente attratti da me, ma stavo per scrivere uno studio sugli scarafaggi e mi dispiace ancora non averlo scritto. Ma per i parassiti, e in particolare per i pidocchi, ho avuto una sorta di avversione fisiologica. Vedendo un grande pidocchio bianco sulla mia camicia, ho letteralmente - non metaforico - il senso della parola rabbrividito e trattenendo a malapena il vomito. Ho agito con decisione, in accordo con la situazione. Ho acceso un fuoco, ci ho messo sopra un secchio d'acqua, mi sono spogliato nudo e ho messo tutto in un secchio, tranne stivali e documenti. Fortunatamente, questa zuppa è riuscita a bollire molto prima che venisse annunciata la marcia. Ho spremuto in fretta tutto e mi sono bagnato sulla pelle per raggiungere il plotone. Questa è stata la prima impressione.

Tuttavia, la sua acutezza è presto diminuita e con la costante comparsa di pidocchi e il costante bisogno di combatterli, hanno dovuto riconciliarsi. Fortunatamente, alla fine del 41 ° o all'inizio del 42 ° (non ricordo esattamente), è stato trovato il rimedio giusto.

Anche i tedeschi soffrivano di pidocchi e combattevano con loro, inondati di varie polveri chimiche. Ma questi fondi hanno agito male. Il nemico soffriva molto di insetti, apparentemente completamente estranei a lui nella vita normale, e quindi fino alla fine della guerra non riusciva a trovare mezzi efficaci. Di conseguenza, quando giunse il momento dell'offensiva, mai, anche quando era necessario nasconderci dai bombardamenti o dal gelo, non vivevamo in rifugi tedeschi: arrampicarsi lì significava sicuramente raccogliere insetti.

La nostra fanteria, che, ovviamente, non riusciva nemmeno a organizzare i maghi più elementari in prima linea, soffriva molto anche dei pidocchi. Ma l'artiglieria e la fanteria della seconda linea praticamente dal 42 ° anno si sono sbarazzate di loro. Non so chi fosse quel genio che ha inventato un mezzo semplice e sicuro, ma gli erigerei un monumento (lo scrivo senza ironia). Lo strumento era così. Trovare un barile di ferro nella parte anteriore non è stato difficile. Erano distesi accanto a attrezzature rotte e bruciate e altri rifiuti di prima linea. Ce n'erano molti. Il dispositivo più elementare è stato fatto di loro: hanno preso una canna, bruciato o lavato via da esso i resti del contenuto (olio combustibile, olio lubrificante, carburante). Successivamente, un fondo è stato accuratamente eliminato, preservando la base in ferro goffrato. Quindi due pezzi di legno furono tagliati esattamente al diametro della canna, vi furono martellati trasversalmente ad un'altezza tale che le munizioni poste su di essi non toccarono il fondo. Successivamente, sulla croce formata sono stati appesi abiti sottoposti a disinfestazione. Il fondo era leggermente innaffiato con acqua e il coperchio di ferro, avvolto per forza con un impermeabile, era sbarrato dall'alto. Successivamente, la canna fu messa su pietre e sotto di essa si accese un fuoco. Dopo mezz'ora o poco più, fu aperto un barile rovente. Il vapore compresso fuggì da esso, e più caldo, a volte leggermente fumante, se toccava le pareti, la biancheria pendeva sulla croce. Nessun pidocchio potrebbe resistere a un simile esperimento. La biancheria calda e scricchiolante era molto bella da indossare. È vero, era già impossibile rimuovere lo sporco bruciato, ma questo non ci ha disturbato affatto. I barili erano la nostra salvezza.

I pidocchi inclusi organicamente non solo nella vita di tutti i giorni, ma anche nel folklore di prima linea. Era un tema di battute senza fine, maledizioni sofisticatamente complesse, diventarono gli eroi di molti incidenti. Eccone uno.

Nella nostra batteria, il comandante del plotone era un ingegnere del Donbass, un uomo dolce e intelligente Ivashchenko (i pompieri avevano il loro Ivashchenko - anche un tenente, terribilmente cattivo). Ivashchenko si arruolò nell'esercito proprio dal "cittadino" durante la ritirata e conservò molte caratteristiche di un civile, ma era un buon mitragliere, un ragazzo allegro e conviviale. Qui con lui è successa una storia che, a proposito dei pidocchi, dovrebbe essere ricordata qui.

Era l'anno 43 nel Donbass settentrionale. C'era una relativa calma nella parte anteriore, il posto di osservazione era a due chilometri dalla prima linea e abbiamo deciso di usarlo per sbarazzarci dei pidocchi. Per fare questo, noi dal lato del posto di osservazione, che era chiuso dalla parete anteriore della casa bruciata, abbiamo creato una "botte". Il comandante della batteria fu il primo ad appendere la tunica, i pantaloni e la biancheria intima, e quando il contenuto era caldo, il comandante del plotone Ivashchenko appese i suoi beni in un barile. Un uomo insolito, urbano e culturale, non sopportava terribilmente i pidocchi. Dopo essersi spogliato nudo, lasciando solo i suoi stivali, ha appeso tutto in una botte e ci ha solo condannato: "Friggili, feccia, friggi!" Abbiamo riscaldato la canna. Ma, a quanto pare, le scintille si sono alzate troppo in alto e all'improvviso, non molto lontano, è caduto prima un proiettile, l'altro - i tedeschi hanno ovviamente sparato, e poi è iniziato un bombardamento abbastanza denso. Siamo saliti nel fossato. Il povero Ivashchenko si arrampicò lì com'era: ciò che la madre diede alla luce, con gli stivali e con una tessera da festa, che aveva immaginato di togliersi di tasca, nelle sue mani. Non sembrava molto solenne e noi, senza vergogna, ci siamo ironizzati sulla posizione del nostro comandante. Quando il bombardamento finì e fu possibile uscire, Ivashchenko si precipitò alla botte: ahimè, tutto fu bruciato. Nella parte inferiore della canna c'era solo un distintivo di guardia fuso, che il tenente ha dimenticato di avvitare. Ivashchenko era seduto nei suoi stivali, nudo, con un biglietto da visita e un distintivo delle guardie nelle sue mani e il materiale terribilmente malvagio dei tedeschi, della guerra e di noi, come credeva, che impropriamente appendevano vestiti.

Ho dovuto chiamare la batteria per portare immediatamente al tenente pantaloni, pantaloni e altre proprietà. Ma quando seguì la linea secondo la quale i pantaloni erano necessari per Ivashchenko dal posto di osservazione, ciò causò una nuova ondata di battute sui soldati. In onore del tenente, si dovrebbe dire che quando, infine, la proprietà fu portata e con lui dal caposquadra una bottiglia di vodka, il suo umore si corresse e espresse ad alta voce la gioia che l'Ordine della Stella Rossa non avesse bruciato.

Questo caso ha senso da registrare, perché ci sono sempre stati molti episodi divertenti nelle condizioni più difficili. Dirò che all'inizio abbiamo riso molto più di quanto avessimo avuto nella vita civile, ad esempio, durante la sconfitta dell'università nell'era della lotta contro il cosmopolitismo.

Fonte: Yu. M. Lotman “Non-memoirs” (“Lotman collection. 1”, 1995)

0gnev

Yaroslav Ognev

“Stella rossa”, “Izvestia”, “Verità”, “Komsomolskaya Pravda” 1941-1945

Dossier presepe: l'immagine e il ruolo dei pidocchi in tempo di guerra basati su materiali della stampa sovietica e straniera durante la seconda guerra mondiale (1941-1945).

26/02/43: nella terra natale, schiacciando e distruggendo il nemico, l'Armata Rossa avanza e ogni passo suona forte nel mondo. I tedeschi cercarono di immaginare la nostra Armata Rossa in una caricatura per ingannare la loro preda nella parte posteriore con un'immagine stupida e ingannevole, per sollevare in loro lo spirito nazista dei conquistatori del mondo. Ora vediamo chi è diventato davvero una caricatura del mondo, non un manicotto corrotto e disegnato a mano, ma una mano accurata e formidabile della vita reale. Chi si aggira tra le fredde steppe e foreste, avvolgendo i piedi negli stracci, con un muso gelido, con le mani in tasca, avvolto in una sciarpa da donna rubata, in un soprabito a brandelli, in terribili robot di paglia, in pettini dietro la divisa, dove il pidocchio è pascolato dietro ogni piega? Questo è un soldato nazista, questa è la "bellezza della nazione tedesca". (Izvestia, URSS)

28/01/43: “Voglio descriverti, cara Greta, cosa si sta facendo la sera nel nostro riparo. Uno ha una maglietta in mano, l'altro ha le mutande, tutti sono impegnati a contare la composizione disponibile di creature viventi, che chiamiamo "carri armati", che lavoriamo in silenzio. Non riesco a pensare al futuro, quindi diventa completamente insopportabile per me; Speravo di trascorrere questo giorno del mio compleanno con te, ma, ahimè, lo trascorro in un'atmosfera triste. Bene, come posso non piangere. "(Izvestia, URSS)

28.10.42: Abbiamo letto collettivamente l'articolo tedesco su Friedrich Schmidt nel riparo. Tutti i combattenti e i comandanti ascoltarono quanto Fritz deridesse la nostra giovinezza. Vengo dallo stesso villaggio. Lì ho ancora moglie, figlio, genitori. Forse esiste anche un tale Friedrich Schmidt. Quindi il Fritz è salito al nostro limite. Ma il nostro non sussultò. Il nemico fu respinto e molte dozzine di Fritz rimasero sul campo di battaglia: carogne, Friedrich Schmidt, tedeschi. Sergente A. Srulev. Fronte occidentale. ("Stella rossa", URSS)

11.10.42: Il sole sta cuocendo. Quando Mary apre la finestra al mattino, i raggi luminosi del sole illuminano il mio letto. Ora il mio naso è gonfio. Maria mi sta cercando dei pidocchi. Il ghiaccio è passato e ora solo gli aerei ci minacciano. Ho nuovamente frustato diverse ragazze e ragazzi per aver perso la registrazione. Tra questi, la figlia dell'anziano. Sento una sensazione spiacevole quando inizia a fare buio - poi penso ai bombardieri. ("Stella rossa", URSS)

10.10.42: Non si deve pensare che l'autunno Fritz sia più simile all'uomo che all'inverno o all'estate. Fritz rimane un Fritz - questo non dovrebbe essere dimenticato. Puoi toglierti il ​​soprabito o la tunica, non puoi toglierti la pelle, e il fascismo di Fritz non è vestiti, questa è la sua pelle. Nessun Fritz avanzò, né Hitler né le SS. Lo stesso Fritz venne a derubare. Ho trovato su un tablet di un tedesco una serie di foto amatoriali. Ecco la lista: Fritz, sposa fritz, ragazza nuda di nazionalità sconosciuta, un uomo legato a un pilastro, una capanna in fiamme, una forca con appendini, due Fritz nel gazebo, Fritz si divertono: uno scherza scherzosamente l'altro, una ragazza morta in un velo, con il seno nudo. Una persona del genere è in grado di diventare un uomo? Abbiamo imparato a odiarli. Dobbiamo imparare a disprezzarli. Non dovremmo ucciderli come umani, ma come rettili, come cattivi insetti velenosi. Il pidocchio grigio-verde è ciò che è Fritz, la mosca malvagia che finge di essere umana. ("Stella rossa", URSS)

08.09.42: I tedeschi portarono i rumeni a Odessa: per il foraggio da cannone, il pessimo Antonescu ricevette Odessa da Hitler. Leggendo messaggi vili, pensiamo a qualcos'altro: Odessa, la nostra Odessa, Odessa Pushkina, Odessa, la corazzata "Potemkin" si rivolse alla città di provincia della Romania schifosa, ignorante e ladra. Si scopre che i punk rumeni si sentono a Odessa "a casa": ricevono ospiti tedeschi. E fumano i residenti di Odessa dalla loro città natale. Chi a Odessa parlava rumeno, oltre ai trafficanti e alle spie? E i cittadini di Odessa sono obbligati a parlare rumeno, a sposarsi in rumeno, a seppellire il proprio in rumeno. Gli acquirenti di Bucarest hanno aperto negozi: vendono i beni rubati ai tedeschi per "entrate dalle banche di credito tedesche". E gli abitanti di Odessa ancora non estinti dovrebbero lavorare per 20 ore in omaggio. E sopportalo. Questi punk devono essere battuti come i pidocchi. Pensare: hanno dichiarato Odessa "la città rumena"! Combattente, se i rumeni sono davanti a te, pagali per Odessa - non con "ricevute tedesche" - con vantaggio russo. ("Stella rossa", URSS)

05/10/42: Sappiamo, la nostra amata Stalin, che la cricca sanguinaria sconvolta di Hitler alimenta le sue speranze di un'offensiva di primavera. Le loro speranze sono vane! Se l'eroica Armata Rossa e i partigiani, nelle condizioni di un rigido inverno, riuscissero a infliggere un duro colpo al pessimo esercito tedesco, allora la primavera, l'estate e l'autunno di quest'anno saranno il tempo della sconfitta finale del nemico. Non abbiamo alcun dubbio al riguardo, poiché crediamo nella forza del popolo sovietico e crediamo nel crescente potere dell'Armata Rossa e del movimento partigiano. Crediamo nel genio del grande generale Stalin. ("Stella rossa", URSS)

22/04/42: Nell'esercito tedesco ci sono molti carri armati e molti mortai, ma non c'è cuore, questa è una macchina automatica. Gli schiavi assumevano altri schiavi e gli schiavi dicono agli schiavi: “Muori per Hitler. Ti daremo il pane rubato. Ti daremo altre città. Ti daremo cento marchi, mille franchi, diecimila lei. " E in risposta, l'odio feroce sorge nel nostro cuore: come osano portarci questi minatori d'oro d'Europa, questi orribili protettori, questi imbroglioni internazionali? Mercenari spregevoli pascolano sulla nostra terra, mangiano il nostro pane, profanano le nostre ragazze. Il popolo sovietico non lo tollererà. ("Stella rossa", URSS)

21/04/42: Le nostre unità catturarono il rapporto del medico del 1 ° battaglione del 391 ° reggimento della 170a divisione di fanteria tedesca al medico di divisione. Il rapporto dice: ". Le pesanti perdite del 1 ° battaglione portarono al fatto che rimasero solo pochi ufficiali, sottufficiali e soldati che parteciparono alla campagna orientale. Ultimamente il battaglione ha subito perdite particolarmente sanguinose. I soldati hanno riscontrato una significativa perdita di peso. Molti pazienti con catarro dello stomaco. La scabbia, l'eczema e i pidocchi molto alti sono molto diffusi. Il morale dei soldati fu gravemente danneggiato a causa di battaglie con gravi perdite. C'era ottusità e apatia in relazione a tutti gli eventi. »(" Sovinformburo ")

19/04/42: È noto, ad esempio, che l'Ufficio d'informazione tedesco ha ripetutamente riferito che l'Armata Rossa non ha uniformi, che gli uomini dell'Armata Rossa sono vestiti con abiti civili, indossano stracci, ecc. Tutte queste bugie sono state spiegate in modo abbastanza semplice. I guerrieri hitleriti che erano diventati sempre più rigidi per il freddo hanno preso i vestiti e le scarpe dei ladri dai soldati uccisi dell'Armata Rossa, i fotoreporter hanno cliccato sul dispositivo e il quadro era pronto. L'editore doveva solo rilasciare un'altra assurdità. ("Stella rossa", URSS)

31/03/42: Vitebsk oggi è una rovina nera di incendi, intrisa di sangue e lacrime. Fino ad ora, sotto le macerie degli edifici della madre, i corpi dei loro bambini, che sono stati uccisi dalle bombe tedesche e dai proiettili tedeschi, vengono scavati. Negli ultimi due mesi, la città è diventata ancora più morta. Lousy soldati tedeschi hanno portato il tifo qui. Ogni giorno la morte uccide centinaia di persone affamate, sfinite, private di qualsiasi tipo di assistenza medica. ("Stella rossa", URSS)

29/03/42: Il famigerato generale Hitler von Reichenau, per l'01348/41 del 25 dicembre 1941, egli stesso ha testimoniato il morale dell'esercito tedesco: “Durante il posizionamento di unità in appartamenti precedentemente occupati da altre unità, sono stati installati i seguenti graffiti:“ Da questo Abbastanza! "; "Vogliamo tornare a casa in Germania!"; "Siamo sporchi, raggomitolati e vogliamo tornare a casa!"; "Non vogliamo questa guerra!".

Tra i vari documenti recentemente trovati tra i soldati e i prigionieri uccisi, ci sono appunti, diari, poesie, in cui viene criticata la politica militare di Hitler. Hitler e il suo entourage sono spesso ridicolizzati in forma acuta. Nel diario di un soldato Wilfrid Noib, trovato nell'area di Budogoshchi, c'erano, per esempio, versi del genere:

"Siamo pazzi per le briciole di pidocchi,
Non ci sono pidocchi al mondo.
Desideriamo una dolce patria
E in onore del Fuhrer, catturiamo i pidocchi ". (Pravda, URSS)

03/06/42: già a novembre, le nostre unità operanti sul fronte di Leningrado hanno battuto così a fondo la divisione aerea che le sue perdite hanno superato la metà del personale totale. I paracadutisti sporchi e sopraffatti, che una volta sognavano di saltare per le strade di Leningrado, si arrampicarono in profondità nel terreno, ma ciò non li salvò dal freddo o dal fuoco dell'artiglieria sovietica. Vestiti con una tuta estiva, si congelarono brutalmente, mentirono e si misero in ordine. ("Stella rossa", URSS)

02/11/42: fino a poco tempo fa, Fritz leggeva solo iscrizioni su cartoline oscene ed etichette di bottiglie. Ora Fritz "svitò" e si sedette per la letteratura. Sembrerebbe che il maggiore Lang sia a portata di mano: il maggiore ora avrà i lettori. Ma il subdolo Fritz preferisce volantini sovietici. Non perché capisce le idee umane. Fritz non ha idee. Ha solo pidocchi e rabbia. ("Stella rossa", URSS)

02/03/42: Cosa sono i russi? I russi hanno un "modo di pensare asiatico e istinti di base". I russi hanno "barbarie asiatiche". "La Russia non è uno stato europeo, ma asiatico".

Ecco come il Generale Hot disegna due lati. È meglio polemizzare con lui con una baionetta (non dovresti farlo con le mani - sei pieno). Per questo, il popolo Fritz di Pushkin, Tolstoj, Mendeleev, Mechnikov "barbari". Ai maschi di razza, ai tori di razza, ai corporali sifilitici fu ordinato di sentirsi superiori al popolo russo. Oserei riferire: si sono sentiti. Il caporale che era una merda nella casa di Ciajkovskij sembrava un picco, Ararat. E ora non provano nulla - non sono all'altezza della "superiorità" - corrono e perdono gli ordini del generale Hot.

Ma né capanne costruite in fretta, né abiti rubati o portati via dai morti, salvano i nazisti dalle forti gelate settentrionali. L'esercito "ariano" sfinito e mal vestito si seppellì nei panni, temendo di sporgere la testa da lì. Ad ogni passo degli invasori tedeschi, un proiettile sovietico, un proiettile, una granata erano in attesa. ("Stella rossa", URSS)

29/01/42: tutti coloro che vedono i prigionieri ammettono che nelle nostre città non ci sono soldati, ma bestiame con un marchio di svastica. I tedeschi trasformarono le aree catturate in una stalla. È malato guardare i prigionieri, prima che siano sporchi. I contadini collettivi delle capanne sopravvissute versarono acqua bollente sui muri, strofinarono il pavimento, spalancarono le porte: "Il loro spirito è esposto alle intemperie". I tedeschi trasformarono le stanze in cui vivevano e dormirono nel bisogno. "Cosa dicono i prigionieri?" - chiederà il cittadino a Kuibyshev o a Sverdlovsk. È difficile rispondere: i prigionieri non parlano, i prigionieri pruriscono, sono rumorosi, come i cani schifosi. Sulle loro mani c'è una corteccia di terra e il loro seno è coperto da perline di insetti. Le mutande blu e le camicie rosa esportate da Parigi diventano di un grigio brunastro.

Il tedesco, che si stava riprendendo in una capanna con donne, stava cercando un posacenere per gettare un mozzicone di sigaretta. Numerose convenzioni, regole memorizzate e gesti meccanici separano il berlinese del 1942 dal selvaggio. La cultura della Germania moderna è un film sottile sul caos della primitiva barbarie. Una volta nelle condizioni dell'inverno russo, il tedesco ha smesso di lavarsi: non vuole lavarsi al freddo. Preferisce prurito ai brividi e pidocchi al gelo. Se non c'è un bagno caldo, lascia che il bagno diventi. Quindi un uomo pseudo-civilizzato in due settimane diventa un animale.

So che i pidocchi si trovano sul corpo e non nella mente umana. So che questi insetti sono direttamente collegati al lino lavorato a maglia, che i tedeschi non cambiano per due, per tre mesi. Eppure mi impegno a sostenere che i pidocchi sono anche associati al fascismo, che la mancanza di standard morali ha permesso ai tedeschi di scendere anche all'esterno, per arrivare al loro aspetto attuale. Ho visto i luogotenenti spruzzati di colonia e pieni di pidocchi. Non volevano difendere il loro aspetto umano. E la Colonia era un'estensione automatica di una vita lunga e ormai morta. I marinai inglesi si radono ogni giorno - acqua ghiacciata, sotto il fuoco. Questa non è solo un'abitudine, è anche un segno di una cultura conosciuta. E dai tedeschi la loro illustre civiltà discese immediatamente, come una sottile doratura. (Izvestia, URSS)

28/01/42: ad ogni nuovo colpo che subisci, la confusione nel campo nemico aumenterà. La propaganda fascista non riuscirà a ingannare i soldati per molto tempo. Più veloce andiamo avanti, più ci muoviamo verso ovest, più veloce andrà la decomposizione dell'esercito disgustoso fascista. ("Stella rossa", URSS)

15/01/42: sono venuti da noi orgogliosi e intelligenti. Vestito come una vacanza. Trascorsero sei mesi e il "grande" esercito tedesco divenne un esercito di holoschtannikov. Il generale dice con condiscendenza che "non gli dispiace" i pantaloni russi. Lo farebbe ancora. Non gli importa nemmeno della gonna russa - solo per coprire qualcosa con un buco senza toppe. Una sventura: obiettiamo. Non per te, i nostri pantaloni, pessimi olostanti. Puoi morire senza pantaloni. ("Stella rossa", URSS)

14/01/42: E quando hanno portato alla capanna, tutti hanno iniziato a prudere. Il tenente puzzava di acqua di colonia, probabilmente si era versato un'intera bottiglia su se stesso al mattino. Sollevò la maglia in modo che fosse utile graffiarlo e uno dei nostri combattenti grugnì: "Sembri - non sei un pidocchio - un orso!" Non ne ho mai visto uno simile. " I combattenti guardano con disgusto i prigionieri: "Eh, nemchura". Lousy Fritz. Un altro raccolto: "Hans è arrogante"... "Parassiti".

"Ci hanno mentito" sono buone parole. In essi tutta l'indignazione del nostro popolo davanti alla sporcizia non solo del fisico, ma anche dello spirituale di questi Hans e Fritz. Erano considerati culturali. Ora tutti vedevano quale fosse la loro "cultura": oscene cartoline e alcol. Avevano la reputazione di essere puliti - ora tutti vedevano schifosamente schifoso, con la scabbia, che organizzava un bisogno in una capanna pulita. Prima, il mondo non sapeva cosa fosse Hitler Germania. Un dannato paese era circondato da un muro bianco. Alle mostre all'estero, hanno inviato impiegati solleciti ed educati. Ho viaggiato attraverso le capitali d'Europa, l'elegante Ribbentrop. E ora il muro è caduto: nei villaggi e nelle città della Russia liberati dall'Armata Rossa, si può studiare la "cultura" e la "pulizia" della Germania. ("Stella rossa", URSS)

13/01/42: Vediamo come questi disgustosi mezzi umani con la morale degli animali camminavano nella terra sacra di Yasnaya Polyana e reliquie profanate che ci erano care. Vediamo come questi barbari marroni saccheggiarono il Museo Tolstoj e lo trasformarono in una caserma, come bevvero nella stanza in cui erano scritte le parole "Guerra e pace". Vediamo come, vicino alla tomba di Tolstoj, organizzarono una discarica per i loro guerrieri, dopo aver seppellito trecento soldati schifosi vicino alle ceneri del saggio di Yasnaya Polyana. ("Stella rossa", URSS)

01/08/42: il giornale Lokalanzeiger pubblica un articolo simile dal fronte. L'articolo dice che le stanze per i soldati sono piccole, affollate, terribilmente scomode e infette da insetti. In estate, l'articolo dice che i soldati tedeschi potrebbero dormire all'aria aperta, e ora sono grati per qualsiasi baracca che ha un tetto sopra la testa e roba lì come aringa in una botte. Ma anche la paglia non riscalda in queste stanze. Il pavimento è completamente freddo, la massa di pulci e insetti. ("Stella rossa", URSS)

01/06/22: I pidocchi dei soldati tedeschi raggiungono proporzioni davvero fantastiche. In lettere alla loro terra natale, riportano trofei: "Oggi ho rimosso 48 pezzi", si scrive. Un altro contava più di cento. Ho incontrato un fotoreporter per un giornale dell'esercito. Ha filmato un tedesco sfilacciato con un sorriso sordo che vagava sul suo viso. C'erano molti prigionieri.

- Perché hai scelto questo? Ho chiesto. Il fotoreporter mezzo scherzoso ha risposto in tono mezzo serio:

- Si tolse 350 pidocchi. Quindi sono stanco di contare.

Il prigioniero sorrise in modo idiota. Era ancora vivo. (Izvestia, URSS)

01/01/42: un gruppo di prigionieri tedeschi conduceva lungo le strade di una delle città in prima linea. Camminarono cupamente con la testa chinata. Nelle loro uniformi estive sfilacciate, logore, con facce gelate terribili. Folle di persone li stavano osservando. Una donna anziana scosse la testa per pietà. "È quello che sono. Di che cosa sono la colpa? Dacci Hitler qui, lo rimborseremmo."

E le persone hanno immediatamente protestato: "No, anche loro sono da biasimare". Ognuno di loro è colpevole. Oggi camminano con la testa chinata, sfilacciata, coperta di ascessi, assomigliano più a vagabondi per senzatetto che a soldati. Ma recentemente sono entrati nella nostra terra, arroganti, sicuri di sé, con gli occhi pieni di arroganza. E se fossero stati improvvisamente fortunati di nuovo oggi, avrebbero di nuovo iniziato a calpestare bambini indifesi e vecchi con il passo di un soldato.

Il tedesco, scosso e coperto di ascessi, trema dal freddo, alzando le mani per arrendersi. I suoi denti battono per il freddo e la paura. Balbettando, prega per pietà. Ma chiedi, quanti dei nostri prigionieri sono stati torturati dall'obbediente barbaro oggi? Chiedete quanti dei nostri feriti ha finito, scoppiando in una risata selvaggia? Chiedi quante donne ha violentato, quanti bambini ha pugnalato con la sua baionetta? Quante case sono state incendiate? Quanti anelli si stringevano sul collo di contadini e operai nelle aree occupate dall'esercito tedesco? Guarda nei suoi occhi codardi: cosa farebbe con te se fosse il vincitore. ("Stella rossa", URSS)

Nella borsa del soldato tedesco assassinato Hans Kümmel ha trovato lettere di sua moglie e copie di tutte le lettere che gli venivano spedite dal fronte orientale nella sua terra natale. Il 7 ottobre, Hans si è lamentato con sua moglie: “Sono zawied e i parassiti mi tormentano. Questo è più doloroso e spaventoso della fame e non meno pericoloso di un proiettile o di un proiettile. Non c'è da stupirsi che i soldati dicano che i pidocchi ci mangiano fino alla fine. Corriamo tutti selvaggi, sguazzando nel fango. "Prima, tutti hanno demolito e sopportato in silenzio, ma ora hanno fatto male e persino ululato." Alla fine di novembre, Hans ha ricevuto una lettera di risposta da sua moglie: ". I pidocchi ti danno fastidio, è terribile. Ti consiglio di non indossare biancheria intima pulita. Cammina meglio sullo sporco. Secondo i vecchi soldati, partecipanti alla guerra del 1914, i pidocchi adorano la biancheria pulita. ( "Sovinformburo")

30/12/41: Ecco il riparo nella Grande Visher. Questa non è la dimora di un soldato, questa è la tana di una bestia a due zampe. Stracci sporchi sfilacciati. I vestiti saccheggiati venivano gettati proprio lì in un casino: camicette da donna, una pelliccia corta da contadina, leggings per bambini e mutandine. Scappando dai nostri combattenti, gli abitanti della panchina in fretta hanno afferrato le prime cose che si sono imbattute e hanno sparpagliato il resto. Nelle vicinanze si trova un piroga ufficiale. Ha lo stesso sporco e la stessa puzza. Solo le cose qui sono di più: coperte, cuscini, materassi, specchi. ("Stella rossa", URSS)

29/12/41: Ed ecco che arriva un alieno straniero, schifoso e vile, e ordina: "Trasformati in una zona desertica". Ed ecco un alieno straniero, schifoso e vile, e ordina: "per fare una distruzione completa, devi bruciare tutto a casa". ("Stella rossa", URSS)

27/12/41: Questo moralmente e fisicamente corrotto, sporco, schifoso, malato di sifilide e gonorrea Il soldato nazista violenta le donne sovietiche nelle città e nei villaggi catturati. I bastardi deridono le loro vittime due volte: calpestano il loro onore e privano della salute. Diventa spaventoso quando pensi a quante sfortunate vittime di stupratori fascisti sono infette da gravi malattie a trasmissione sessuale.

Se c'è uno "spazio" tra una camicia e una giacca, tra pantaloni e pantaloni, allora il discorso di Hitler o l'articolo di Goebbels possono essere stipati. Ma la maggior parte dei soldati tedeschi non ha avuto a lungo camicie, pantaloni, tuta e pantaloni indossati su un corpo sporco e sporco e piccoli bovini fascisti pascolano in tutto lo "spazio". E un soldato tedesco aveva da tempo dimenticato le calze. ("Stella rossa", URSS)

26/12/41: Non hai idea di come abbiamo maledetto questo paese. Qui non si può ottenere nulla se non i piccoli animali. Non ne abbiamo uno solo che non troverebbe e catturerebbe alcuni, li chiamiamo macchine blindate. ("Stella rossa", URSS)

12.25.41: i soldati tedeschi non si lavarono per 3-4 mesi. La biancheria non è stata cambiata per 1-1,5-2 mesi. Su questa base, i pidocchi di massa si sono sviluppati. Il prigioniero Joseph Zollig durante l'interrogatorio ha osservato che "i soldati non scrivono più lettere come prima, perché trascorrono tutto il loro tempo libero alla ricerca di insetti in mutande". ("Stella rossa", URSS)

12.23.41: Le forze dell'esercito nazista sono esaurite. La Germania ha perso molte persone e la fiducia nel successo. La Germania fascista non respirerà energia in un soldato tedesco e non darà alla luce un eroe in lui. La Germania fascista, secondo un noto proverbio, semina terribili draghi, ma non dà nemmeno origine alle pulci, ma ai pidocchi. (Pravda, URSS)

Adolf Hitler si nomina comandante dell'esercito. Che gioia per tutto il popolo tedesco, che benedizione per un esercito insensibile tedesco! I pidocchi balleranno da questo messaggio sul corpo magro di un soldato tedesco e le gambe si riscalderanno. Lo stesso Adolf Hitler guida le truppe in battaglia. Lascia che Adolf Hitler raccolga in anticipo un soprannome con il quale verrà gettato nella spazzatura della storia. Adolf the Lousy - questo corrisponderà più da vicino alla posizione e alla chiamata del comandante che ha potenziato l'esercito nazista.

Questi non sono più soldati, ma alcune figure miserabili che hanno perso il loro aspetto umano, non le persone, ma le ombre negli scialli delle donne, lunghe con la barba lunga e non lavate. Prurito violentemente dal freddo, nei loro occhi orrore o indifferenza dalla perdita di ogni speranza di salvezza e vita. Un ufficiale non può essere distinto da un soldato. È altrettanto sporco e schifoso. Non ride più. ("Stella rossa", URSS)

21.12.41: I soldati deceduti dell'esercito di ladri nazisti sotto i colpi dell'Armata Rossa sprecano rapidamente il loro fervore bellicoso. Nelle lettere trovate di recente da soldati tedeschi assassinati, non si trovano più dichiarazioni vanagloriose su una vittoria imminente. Ora sono dominati da fastidi, lamentele di un destino difficile.

Il soldato tedesco assassinato Wolf Werner in una lettera non inviata a una certa Lizabeth Lutu scrisse poco prima della sua morte: “Le nostre condizioni non possono essere descritte. pidocchi terribili ti faranno mai impazzire ".

Il soldato Schulz Stelmacher scrive in patria: "Dobbiamo trascorrere il Natale qui, soffrendo di pidocchi".

Il soldato tedesco Walter Reingold ha ricevuto una lettera dai parenti di Weide. Dice: “Il fatto che presto gli insetti ti mangeranno non è affatto buono. Volevi avere uno stemma, ma ora non ci sono stemmi, poiché molti sono stati richiamati di nuovo e tutti l'hanno comprato. ”.

Il caporale catturato 295 della divisione tedesca, Ernst Lem, disse: “I soldati per 6 settimane non cambiano i vestiti. Tutti hanno molti pidocchi. Ne ho molti e non riesco a dormire la notte. I soldati maledicono il loro destino e la loro guerra. Sono stanchi di questa infinita storia di sofferenza del soldato ". ( "Sovinformburo")

Dopo aver catturato temporaneamente Yasnaya Polyana, i tedeschi trasformarono il Museo Nazionale Russo in una caserma per soldati e ufficiali. Una pessima pestilenza tedesca ha sporcato tutte le stanze della casa, ha alimentato stufe con mobili da museo, ha coperto le pareti con disegni pornografici, saccheggiato dipinti e altri oggetti di valore del museo, ha trasformato la stanza in cui viveva Tolstoj, abbattuto alberi nel famoso boschetto di Tolstoj e profanato la tomba di Tolstoj, seppellendola accanto carogna fascista - i suoi soldati. (Pravda, URSS)

12.19.41: Ora, qualsiasi soldato invincibile in una tunica si muove da parassiti, coperto di scabbia e bolle, con gambe gelate, una testa schifosa rotta da mal di denti e il ruggito di proiettili e mine russi, capisce che dall'intero programma Hitler in due anni, nonostante sterminare milioni di persone, trasformare decine di migliaia di città in ceneri e macerie, distruggere tutte le possibili forniture di materie prime e prodotti alimentari per i cinquant'anni a venire, nonostante la sofferenza umana, prima che gli orrori raccontati nell'Apocalisse sembrano m una fiaba per bambini - nessun punto del programma di Hitler non viene eseguito. ("Stella rossa", URSS)

12.13.41: Capo Lancia Caporale del 67 ° Reggimento della 23a divisione di fanteria, Hans Zeger, che era appena stato catturato, era magro, non rasato, dopo aver cucito. Lui, prurito, prurito. Tuttavia, tutti i prigionieri che abbiamo visto in questo e nei successivi giorni del contrattacco delle nostre unità sulla direzione del Klin sono stati graffiati. Bene, sorprendentemente, Hans Seger non è stato nello stabilimento balneare per più di sei settimane..

I pidocchi, che i conquistatori di Hitler allevarono densamente (perché non avevano tempo di pensare al bagno sotto la pressione delle unità dell'Armata Rossa), stanno mangiando soldati e ufficiali tedeschi. L'ultima volta che un soldato Herbert Mintelovsky stava lavando vicino a Parigi. (Izvestia, URSS)

12/07/41: Mosca divenne per i tedeschi Verdun di questa guerra. La periferia della nostra capitale è diventata un enorme cimitero tedesco. Qui verrà seppellita la gloria della Germania. Tuttavia, i soldati tedeschi non sono famosi. Si grattano tristemente le dita, rigide dal freddo. Piangono dal vento gelido. Ascoltano superstiziosamente le pause: chi è il turno? Ognuno di loro ha maledetto il giorno della nascita di Hitler. ("Stella rossa", URSS)

12/04/41: Cari genitori e zia! Bene, tempo scadente! Ora ho subito fatto conoscenza con queste bestie. Facendo solo magia, così tanti pidocchi ci hanno attaccato. È una fortuna che la Germania non abbia questo tormento. (Pravda, URSS)

24.11.41: L'ultimo "avanzamento" delle bande tedesche brutali e disgustate a Mosca dura otto giorni. Con il passare delle ore, diventa sempre più chiaro che questa nuova offensiva è uno degli ultimi tentativi di Führer e Führen. (Pravda, URSS)

07/11/41: Questi prigionieri - i presunti proprietari terrieri ucraini, i proprietari terrieri Oryol appena coniati, orgogliosi ariani, padroni del mondo, gendarmi internazionali, signori di tutti gli oceani - si scuotono dal freddo e dall'influenza, in tuniche senza strappare la biancheria intima, strofinano pidocchi e sporcizia e vogliono solo una cosa - la fine della guerra - Hitler promise loro alla cattura di Mosca. Il comando fascista abbatte e abbatte, come da una borsa, questa stupida massa umana su pistole e baionette dell'Armata Rossa.

Quindi è davvero possibile immaginare che non vinceremo! Siamo più forti dei tedeschi ingannati! Accidenti a loro! Ce ne sono milioni, ne siamo doppiamente milioni! Attualmente hanno un vantaggio nell'armamento, specialmente nei carri armati. Ma un uomo spara da una pistola, l'Armata Rossa distrugge questo uomo che spara. Tanto più esperto, fiducioso e a sangue freddo il nostro esercito sta facendo il suo lavoro - lo sterminio dei tedeschi. Sono disperati e - secondo i loro calcoli - l'ultima offerta per Mosca in una speranza isterica, almeno centinaia di migliaia dei loro corpi penetrano nel cuore del nostro paese. Il calcolo della speranza sbagliata è folle. Mosca è più che un punto strategico, più che la capitale dello stato. Mosca è un'idea che abbraccia la nostra intera cultura in tutto il suo movimento nazionale. Attraverso Mosca - il nostro percorso verso il futuro. Vicino a Mosca, la macchina da guerra tedesca sarà esaurita. E poi l'intero corso della guerra cambierà. (Pravda, URSS)

04/11/41: prigionieri di guerra tedeschi di unità recentemente arrivati ​​sul fronte occidentale da Braunschweig, Vienna e altri punti ci dicono che le epidemie dilagano in diverse regioni della Germania. La diffusione delle epidemie è molto preoccupata per le autorità fasciste. Il Ministero dell'Aviazione ha persino emesso un ordine speciale chiamato: "Sulla pulizia dei pidocchi dai soldati di ritorno dall'est e dalla penisola balcanica nel territorio dell'impero".

"Fino a poco tempo fa", dice l'ordine, "è successo più volte che i soldati che vengono in vacanza, sono distaccati o trasferiti, importano malattie contagiose dal fronte orientale o dalla penisola balcanica. Questi soldati erano più o meno coperti di pidocchi e nessun pidocchio veniva pulito prima dell'inizio del viaggio. Sim ordina a tutti i soldati provenienti dall'est e dai Balcani nel territorio dell'impero - i soldati che vengono trasferiti, inviati e inviati in vacanza - di ripulire il loro corpo e vestiti di pidocchi prima di andare nell'impero. Questa pulizia deve essere contrassegnata sul biglietto di ferie, sui documenti di viaggio o sui documenti di marcia accanto al segno del medico su questo stato di salute. Puoi astenersi dal pulire i pidocchi se un medico militare, sulla base di un esame approfondito, determina l'assenza di pidocchi. " ("Stella rossa", URSS)

10.29.41: I tedeschi vogliono seminare nel nostro popolo la disperazione della confusione o l'impotenza del dolore, ma seminano odio in noi. Tintinnano una moneta di successo temporaneo nelle loro tasche, pensando che questo sia l'oro a tutti gli effetti della vittoria. Non sono abituati alla vita confortevole o alle difficoltà in un'Europa ben organizzata, ma qui hanno imparato la vera verità della guerra e il pidocchio del pidocchio rosicchia indifferentemente i loro corpi. ("Stella rossa", URSS)